attualita' posted by

Un’aggregazione Russia-Germania sarebbe motivo sufficiente per un intervento militare USA in Europa: il caso Ucraino visto in un’altra ottica

Mi sono accorto di aver fatto un errore, di aver dato qualcosa per scontato: ho letto molti commenti ed interventi aventi come argomento il caos tra Russia, USA, Germania, EU e Grecia. Penso valga la pena di tentare di fare chiarezza, quanto meno nei principi cardine.

La dottrina diplomatica impone un vincolo insormontabile ad oggi: l’ineluttabilità delle sfere di influenza. Il famoso testo del grande H. Kissinger, diplomatico e geopolitico eccelso [vedasi “Diplomacy”, H. Kissinger, Touchstone, ndr], chiarisce bene il concetto: per gli USA è e resta inaccettabile la fusione della sfera di influenza russa con quella eurogermanica. Leggasi, un’aggregazione Germania-Russia sarebbe motivo ampiamente sufficiente per intervenire anche militarmente da parte degli USA in Europa. Punto.

Quanto sopra indicato è un caposaldo della diplomazia a stelle e strisce. Oggi noi vediamo gli USA interessati ai fatti ucraini. Bene, probabilmente non è nè interesse nè isteria ma pragmatismo piuttosto che mera sopravvivenza in base ai canoni sopra citati: un’unione delle risorse russe con la tecnologia tedesca creerebbe un avversario credibile e reale per l’America!

Vista così può darsi che l’interventismo ideologico USA in Europa dei nostri giorni sia giustificato dall’ipotesi di un’eccessiva vicinanza tra Germania e Russia, almeno per come viene percepito il rapporto tra i due Paesi a Washington. Da qui la necessità di fare qualcosa.

Parimenti, ma al contrario, la Russia non potrebbe mai accettare un’infiltrazione all’interno della propria sfera di influenza – che è anche una barriera protettiva, un cuscinetto tra il suo territorio e quello di avversari temibili -. L’Ucraina fa chiaramente parte della sfera di influenza russa.

Quello che accade in Grecia, ipotesi, può essere uno strumento per fare leva sui potentati locali, più secondo me in funzione anti-tedesca che altro (…).

Gli alleati USA nel continente, nel caso si dovesse disinnescare l’ipotesi di aggregazione sopra citata, sono solo due: UK e Italia. Chiaro che un’Europa disunita farebbe gioco per chi volesse deragliare i piani tedeschi, oggi il caos tra gli euromembri è al massimo da 50 anni.

Dunque, con i dettagli di cui sopra il puzzle dovrebbe essere più comprensibile se non altro avendo definito quanto meno le regole del gioco.

Detto questo, ad ognuno la propria tesi…

Mitt Dolcino

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog