Bilancia dei Pagamenti posted by

Saldo Commerciale: +3,5 mld a Novembre in leggera crescita

 

A Novembre 2014 l’avanzo commerciale è di 3,5 miliardi (+3,0 miliardi a novembre 2013), con export +1,7% ed import stabile. In sintesi prosegue lentamente il miglioramento del saldo, essenzialmente grazie al tracollo dell’import energetico.

L’export, spinto dal boom nell’export nei mezzi di trasporto (+16,5%) va molto bene verso le aree economiche in buona salute, come gli USA (+14,9%) ed i paesi europei fuori dall’Eurozona, mentre soffrono verso Germania (-1,0%), Francia (-5,3%), Russia (-23,2%) e Giappone (-19,6%).

L’Import, spinto dal tessile e dai mezzi di trasporto e frenato dai prodotti energetici, corre da Cina e Giappone (oltre +20% e +27%), e crolla da Russia (-17%) e paesi OPEC (-30%).

 

gpg02 - Copy (230) - Copy - Copy

Da Istat

Rispetto al mese precedente, a novembre 2014 si rileva una flessione per entrambi i flussi commerciali con l’estero più ampia per le esportazioni (-1,1%) che per le importazioni (-0,1%).

La diminuzione congiunturale dell’export è determinata da una flessione delle vendite più marcata verso i mercati extra Ue (-1,7%) rispetto a quelli dell’area Ue (-0,6%). Al netto dei prodotti energetici, la flessione è più contenuta (-0,3%). Soloi beni di consumo durevoli sono in espansione (+3,1%).

La diminuzione congiunturale delle importazioni è la sintesi della flessione degli acquisti dall’area Ue (-1,6%) e dell’aumento di quelli dall’area extra Ue (+1,9%). Il calo dell’import è determinato dai prodotti energetici (-1,6%) e dai prodotti intermedi (-0,8%).

Nel trimestre settembre-novembre 2014, la dinamica congiunturale dell’export risulta positiva (+1,9%) per entrambe le aree, con un incremento più accentuato verso i paesi extra Ue (+3,3%). I beni strumentali (+5,1%) risultano in rilevante crescita.

A novembre 2014, l’incremento tendenzialedelle esportazioni (+1,7%) è trainato dalle vendite verso l’area extra Ue (+2,7%). L’aumento in valore riflette la positiva dinamica dei valori medi unitari (+2,8%), mentre i volumi (-1,0%) risultanoin diminuzione.

Nello stesso mese, l’import risulta stazionario (+0,0%) per effetto della forte contrazione dei prodotti energetici (-19,3%), al netto dei quali si registra una marcata crescita tendenziale (+4,5%).

A novembre 2014, l’avanzo commerciale è di 3,5 miliardi (+3,0miliardi a novembre 2013). Al netto dell’energia, la bilancia risulta in attivo per 6,9 miliardi.

Nei primi undici mesi dell’anno l’avanzo commerciale raggiunge i 37,1 miliardi (era di 25,8 miliardi nello stesso periodo dell’anno precedente) e si registra una crescita tendenziale dell’export (+1,6%; +2,2%al netto dei prodotti energetici).
A novembre2014, la crescita tendenziale dell’export è molto sostenuta per Belgio (+22,6%) e Polonia (+22,0%). Anche ASEAN (+19,7%) e Stati Uniti (+14,9%) sono in forte espansione. In marcata crescita le vendite di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+18,8%) e solo autoveicoli (+13,2%).

Gli acquisti da Svizzera (+21,2%) e Cina (+20,5%) e di mezzi di trasporto, esclusi autoveicoli (+21,5%) e di prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca (+15,1%) sono in forte crescita.

GPG

 

 

 

 

1

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog