attualita' posted by

Rinaldi: dalla Lega no a Draghi fino al 2023. Si voti il 26/9 con i tedeschi

 

Antonio Maria Rinaldi, eurodeputato della Lega, concede due parole ad Affari Italiani e mette in luce come la strada del presidente incaricato Mario Draghi si presenti molto stretta. Leggiiamo direttamente le sue parole:

“La linea della Lega è chiara: bisogna andare alle elezioni politiche anticipate, questa è la via maestra che Salvini sta ripetendo da ore e che ha spiegato chiaramente: Draghi può restare in carica per il disbrigo delle faccende correnti. Le elezioni vanno fatte, o a giugno o al massimo appena dopo l’estate, visto che il semestre bianco del Presidente inizia ai primi di agosto”.

“Resta il fatto che la Lega è pronta a votare in Parlamento i provvedimenti sui punti chiave, sui quali certo non si tira indietro. Si parla del piano vaccinale, del Recovery Plan da approvare entro il 30 aprile, dei ristori veri e non quello inadeguati dati finora a molte categorie, del blocco delle cartelle esattoriali e dei provvedimenti per contrastare la fine del blocco dei licenziamenti. La stella polare è l’interesse del Paese”. Rinaldi usa parole chiarissime, “no a un governo Draghi fino al 2023. Bisogna ridare la parola agli italiani il più velocemente possibile. D’altronde in primavera si vota nelle principali città e per la Regione Calabria, dunque le elezioni sono possibile. Faccio una proposta, sarebbe bellissimo votare insieme ai tedeschi il 26 settembre, quando in Germania si tengono le elezioni per rinnovare il Bundestag”.

Infatti i tedeschi voteranno a Settembre, perchè non possono fare lo stesso gli Italiani? Tra l’altro in un giorno solo si avrebbe l’idea di un risultato che potrebbe influenzare l’intera Unione, con 140 milioni di cittadini alle urne. Allo stato attuale, dopo le barricate del M5s, comunque Draghi non avrebbe la maggioranza in quanto PD e FI da soli non arrivano al 33% e nè Lega nè FdI appoggerebbero il PD. Quindi, sino a scioglimento finale del M5s , il problema del governo Draghi non si pone.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal