attualita' posted by

Lord Rothschild avverte gli investitori: “Situazione più pericolosa dalla Seconda Guerra Mondiale”

 
Lord Rothschild avverte gli investitori: Situazione più pericolosa dalla Seconda Guerra Mondiale
 
 
 
Per Lord Rothschild, preservare la ricchezza è “diventato sempre più difficile di recente dal momento che “siamo di fronte a una situazione geopolitica pericolosa che mai abbiamo affrontato dalla seconda guerra mondiale“. Inoltre Lord Rothschild riassume il suo pensiero brevemente parlando dello svilimento globale delle valute fiat, della deludente crescita (alla luce del massiccio stimolo monetario), e dellle estreme valutazioni del mercato azionario. Come ha osservato la Rothschild Wealth Management lo scorso anno, “le azioni non sono ben supportate dalle valutazioni attuali, mentre la politica monetaria è limitata da elevati livelli di debito e tassi di interesse che sono già prossimi allo zero”.

 

“La nostra politica è stata chiaramente espressa nel corso degli anni. In poche parole conservare il capitale degli azionisti; la realizzazione di questa politica arriva in un momento di accentuati rischio, complessità e incertezza. Il contesto economico e geopolitico diventa quindi sempre più difficile da prevedere.
 
L’economia mondiale è cresciuta ad un tasso deludente e irregolare nel 2014, dopo sei anni di stimoli monetari e tassi di interesse straordinariamente bassi.
 
Le valutazioni del mercato azionario, tuttavia, sono quasi le più alte di tutti i tempi, con le azioni che beneficiano di quantitative easing.
 
Non sorprende che il valore della carta moneta sia stato svilito da paesi che hanno cercato di competere e generare la crescita abbassando il valore delle loro valute – l’euro e lo yen si sono deprezzati di oltre il 12% rispetto al dollaro USA nel corso dell’anno e la sterlina del 5,9%.
 

In aggiunta a questo difficile contesto economico, ci troviamo di fronte una situazione geopolitica pericolosa che mai abbiamo affrontato dalla seconda guerra mondiale : il caos e l’estremismo in Medio Oriente, l’aggressione e l’espansione russa, e un’Europa indebolita minacciata da tassi di disoccupazione orrendi, causati dall’incapacità di affrontare le riforme strutturali in molti dei paesi che fanno parte dell’Unione europea” . 

I commenti di Lord Rothschild sembrano confermare le preoccupazioni che la Rothschild Wealth Management aveva evidenziato l’anno scorso: probabile maggiore confusione e depressione possibile:
 

La RWM aveva identificato quattro diversi possibili scenari:Per ogni scenario, la posizione della bolla mostra la combinazione di crescita e di inflazione che si aspettano di vedere nei prossimi 1-3 anni.

 
La dimensione della bolla mostra le probabilità che questo scenario si verifichi – ovviamente è soggettivo, ed è destinato solo per illustrare il loro pensiero.
 
La crescita è espressa in relazione al potenziale per ogni paese. Ad esempio, un tasso di crescita del 4% sarebbe basso per la Cina ma molto alto per l’Europa. Allo stesso modo, l’inflazione si riferisce all’ obiettivo di inflazione individuale di un paese.
 

Gli analisti affermano di aver regolato le dimensioni delle bolle per riflettere le loro aspettative di un continuo miglioramento delle condizioni dell’economia mondiale nel 2014. 

La tabella riassume i rendimenti attesi delle principali classi di attività in ciascuno dei quattro scenari principali.

 
 
“Anche se riteniamo che lo scenario “depressione” sia il meno probabile, il suo impatto sarebbe così dirompente che deve essere considerato all’interno della nostra strategia di investimento. In particolare, le azioni non sono ben supportate dalle valutazioni attuali, mentre la politica monetaria è limitata da elevati livelli di debito e tassi di interesse che sono già prossimi allo zero”.

E torniamo a Lord Rothschild per concludere:
 

Le conseguenze non intenzionali di esperimenti monetari su tale scala sono impossibili da prevedere.  

1

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog