usa posted by

Il vero motivo dello shutdown USA (perpetrato contro la Presidenza) va ricercato nella volontà del deep state finanziario di evitare che Trump parli a Davos

Semplicemente, il tetto di spesa del governo USA per determinate spese (…) deve essere approvato dal Parlamento, in particolare dal Senato; un po’ come se in Italia si desse regolarmente la paghetta al governo per gestire la spesa, non una lira di più. Poi si ritorna a chiedere soldi a fronte di impegni ed accordi, più o meno*. Il problema è che negli USA al contrario dell’Italia NON è sufficiente la maggioranza semplice (51 voti) – per ottenere i finanziamenti ad esempio del nostro caso, … -, per tale posta ce ne vuole una più ampia (60 voti). Bene, i Repubblicani hanno la maggioranza semplice al Senato ma difettano di quella qualificata, da qui il recente stop derivante dal mancato accordo con i Dem USA.

Se ci pensate bene questo limite è voluto, ogni governo deve essere responsabile nel bene del paese e non del bene del partito di governo. Va detto che il meccanismo della maggioranza qualificata (si chiama “filibuster”, vi evito i dettagli) è stato messo in discussione – udite bene – per primo da Obama nel 2013 in quanto altrimenti non sarebbe riuscito ad fare le sue nomine giudiziarie (spesso le stesse che hanno poi bloccato i provvedimenti di Trump nei primi mesi della nuova amministrazione, guarda caso). Da lì in avanti purtroppo c’è stata la regolare tentazione di scardinare tale meccanismo virtuoso (filibuster) che, sebbene laborioso, obbliga i delegati a fare il bene del Paese.

Restiamo dunque con punti: il primo, chi ha parzialmente disinnescato tale meccanismo virtuoso – che andava applicato anche ad esempio alle nomine federali e giudiziarie – è stato il “nobile” Obama nel 2013 – che verrà ricordato soprattutto per le sue grandi doti di oratore, chi vi ricorda in Italia? -; chi scrive non teme smentite affermando che la sostanza della sua presidenza è stata dettata da un’ipocrisia interessata che gli USA non hanno mai visto in duecento anni (a partire dal fatto che un presidente ipoteticamente di sinistra ha di fatto arricchito a dismisura i ricchissimi rendendo poveri tutti gli altri, in particolare i suoi stessi concittadini neri, vedasi il caso di Baltimora, città a maggioranza nera ormai al disastro sociale ed economico; e lasciando perdere il provato “tarocco mediatico” delle statistiche economiche, una costante della sua presidenza).

Il secondo, anche l’Italia avrebbe bisogno di un meccanismo simile al filibuster, che obblighi tutti i partiti e non solo quelli al governo a cercare maggioranze qualificate ad esempio per ottenere il finanziamento dei tetti di spesa a fronte di impegni precisi “super partes”. Va per altro notato come negli USA si voti con la fiducia, ossia ci si mette d’accordo appunto “sulla fiducia” dicendo io oggi ti dò questo, domani tu mi darai questo: in Italia sarebbe inapplicabile, chi si fiderebbe ad esempio di Renzi che è risaputo non mantenere nessuna parola data o quasi…. come è messa male l’Italia, a partire dai suoi governanti principe!

Invece

Or dunque, ecco spiegato il blocco del governo USA attuale. Il problema è che c’era un accordo, che passava per un ammorbidimento dei meccanismi di espulsione degli immigrati e delle regolamentazioni per i dreamers. Di punto in bianco i Dem hanno sparigliato le carte, niente accordo. Vi ho già messi in guardia, il deep state finanziario ossia i globalisti vogliono assolutamente evitare che Trump vada a parlare a Davos, nella tana del lupo. Da quando ha deciso di farlo è successo il finimondo, attacchi di attrici porno, shithole countries (inventato, non c’è nessuna prova), ora l’improvviso ed inaspettato blocco del governo… Anche El Papa che ha parlato incredibilmente di guerra nucleare imminente, quasi a collegare questo con la nuova Presidenza USA.

Il motivo è semplice: se Trump va a Davos a parlare cade il sistema finanziario globalistico imperniato nel post Obama sulla Germania, dove guarda caso i Clintons ed gli Obamas sono assidui frequentatori dei salotti che finanziano. E che dire delle indagini che vanno finalizzandosi dell’FBI contro i Clintons…

Forse non avete chiaro che a Davos, nella tana del lupo, Trump andrà a parlare accompagnato – udite bene – da S. Mnuchin (Tesoro), W. Ross (Commercio), R. Tillerson (Segretario di Stato, Esteri). Fino all’anno scorso uno solo dei ministri di Trump avrebbe fatto grande notizia. Ora i Dem si giocano tutto per evitare che Trumo parli al mondo che conta (e soprattutto alla Svizzera e di conserva alla Germania) dall’enclave dei Grigioni.

Il shutdown si risolverà entro fine settimana, questa è la realtà. Sempre che Trump non vada a Davos, questo è il ricatto.

Io fossi nei panni del Presidente USA – che verrebbe inevitabilmente criticato se lasciasse il suo posto nel mezzo del blocco del governo – prenderei il rischio di andare in Svizzera per 36/48 ore. La posta in gioco è troppo grossa.

Resto incredulo di quanto lontano dal buonsenso si spingano gli interessi di una classe dirigente corrotta, verità che sembra emergere soprattutto quando viene spodestata dai posti di potere.

MD

_____________________

*

Under the separation of powers created by the United States Constitution, the United States Congress has the sole power of the purse and responsibility for appropriating government funds. The appropriations bills must start in the House of Representatives and then be approved by the Senate, which upon passage of a final version by both houses then go to the President of the United States. If the President signs the bill, they become a law. If the President vetoes the bills, they go back to Congress, where the veto can be overridden by a two-thirds vote. Government shutdowns tend to occur when the President and one or both of the chambers of Congress are unable to resolve disagreements over budget allocations before the existing budget cycle ends.[5]

[5] https://www.theguardian.com…


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog