attualita' posted by

DEBITO FAMIGLIE ITALIA E GERMANIA: QUANDO E’ UTILE LA POLITICA ESPANSIVA DELLA BCE?

 

 

 

Quanto è utile il QE e la politica espansiva sui tassi, con interessi a -0,5% ? Quanto sono stati in grado di rilanciare gli investimenti ed i consumi a debito delle famiglie, anche in paesi dove ormai le banche applicano sui depositi tassi negativi e sono al punto di pagare interessi attivi sui mutui?

Vediamo i dati dei debiti delle famiglie in Germani ed in Italia, prima rispetto al PIL dei rispettivi paesi, e quindi rispetto ai redditi.

Iniziamo dalla Germania. Prima l’andamento del debito delle famiglie rispetto al PIL:

Come vediamo a partire dal 2013 c’è stato un potente calo di questo debito famigliare a partire dal 2010 , cioè dal picco della crisi del debito, Il debito delle famiglie si mantiene sopra il 50% del PIL e solo recentissimamente sembra essere leggermente cresciuto, nonostante la politica espansiva sui tassi sia iniziata da 5 anni.

Come è rispetto al reddito?

 

Il debito sul reddito delle famiglie si è abbassato , riducendosi da quasi il 90% al 82%.

Cosa è successo invece per l’Italia? Questo è il debito delle famiglie italiane sul PIL:

A partire dal 2013 , dal “Whatever it takes” il debito ha iniziato a scendere anche rispetto ad un PIL stabile, o per lo meno con una crescita molto bassa. Vediamo il debito rispetto al reddito delle famiglie:

Anche rispetto al reddito delle famiglie abbiamo un forte calo a partire dal 2013. Il debito sul reddito delle famiglie è inoltre di 20 punti inferiore a quello tedesco.

Non sembra che la politica espansiva della BCE abbia influito in modo significativo sugli investimenti e le spese delle famiglie a debito. Anche se i costi dei finanziamenti sono scesi notevolmente, soprattutto in Germania, questo non si è tradotto in un aumento degli investimenti e delle spese a debito delle famiglie. Lo stesso può dirsi per l’Italia, dove il peso del debito è ancora più basso rispetto alla Germania. Le famiglie non spendono perchè, evidentemente , non hanno buone prospettive per il futuro. Un mutuo, un finanziamento, si aprono se c’è un’idea di miglioramento futuro della propria situazione finanziaria, e nel caso di incertezza sul futuro non si fa debito, anche se i tassi sono zero. Per rilanciare l’economia sarebbe più utile dare sicurezza alle famiglie, aiutarle nel caso di necessità. I tassi negativi portano solo a speculazioni finanziarie.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi