attualita' posted by

Caro Renzi, superare oggi l’art. 18 non serve a risolvere i problemi dell’Italia, anzi peggiorerà il problema disoccupazione a termine!

Scrissi in passato ed in tempi non sospetti, battendomi come un leone contro le misure Montiane, sull’inutilità ed anzi sul danno che dette misure avrebbero causato. Chiaramente non riuscii a convincere chi di dovere a mettersi di traverso (i danni li vediamo oggi), si sa l’Italia è il paese degli ignavi di dantesca memoria…

Oggi mi trovo più o meno nella stessa condizione: vedo il governo intento a cambiare l’art. 18 con il fine di aumentare l’occupazione: quanto Renzi sta facendo, le proposte in discussione intendo, non servono, aumenterà anzi la disoccupazione a termine! Non ci vuole un genio: permettere ad un’azienda di demansionare, di ridurre l’occupazione in un momento in cui non vi è domanda globale condurrà inevitabilmente a maggiori licenziamenti, fatto che comporterà minori consumi ed un peggioramento della crisi (e dunque ulteriori richieste di rientro nei conti da parte della Germania , privatizzazioni/svendite, miseria futura…). Ora capiamo cosa i poteri esterni volevano raggiungere: dimenticatevi i giornali che scrivono cosa conviene alle loro ricchissime ed allineatissime proprietà, la Spagna non va bene, va anzi malissimo, idem la Grecia. Le misure attuate dai colleghi periferici hanno semplicemente ridotto i salari e aumentato la precarizzazione, l’economia che statisticamente sale è dovuta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE ad una grande spesa pubblica, ad un grande deficit dello stato ben superiore al 3%, cosa guarda flessibilità caso non permessa all’Italia, caso unico.

Anche in questo la sinistra sta facendo danni: non solo fanno spesso le cose sbagliate ma anche quelle teoricamente giuste – ad esempio una rivisitazione dell’ art. 18 – viene proposta e magari accettata nel momento più sbagliato della storia italiana dal dopoguerra, ossia proprio nel mezzo di una crisi epocale! E sottolineo, il caso spagnolo ci dice che le persone di mezza età verranno sistematicamente sostituite dai giovani (precari, licenziabili, ricattabili), portando ad una disoccupazione in età avanzata, molto peggiore, riducendo in parte quella giovanile (i giovani saranno i nuovi precari da usare a scapito degli anziani, quelli che non avranno più tempo per risparmiare per la vecchiaia).

Sinceramente potrei anche fregarmene, io vivo in un paese che non ha tutele sociali ma che ha una disoccupazione al 4%, in discesa con le misure di protezione contro i lavoratori esteri in corso d’approvazione (sto aspettando il passaporto).
Ma vorrei fare con voi uno sforzo per capire le ragioni di tanta idiozia, certo che quelli di sinistra tanto non capiranno (per i sinistroidi, visto i danni che avete fatto e state facendo, evitate di leggere queste poche ed umili righe, fatemi il piacere…).

Dunque, a Roma si vocifera che tale indirizzo di modifica dell’art. 18 sia di derivazione Obamiama, sembra che l’America abbia promesso molti soldi da investire in Italia: illuso chi ci crede, Obama non è affidabile, ha fatto fuori i suoi alleati storici con un cinismo incredibile, non ha nemmeno risollevato la propria economia ed da buon democratico ha detto che avrebbe fatto ridistribuzione di reddito mentre invece oggi la segretaria di W. Buffet, l’uomo più ricco del mondo, continua legalmente a pagare più tasse del suo ricchissimo datore di lavoro. Ecco, sulle promesse di Obama, che sta facendo un disastro nel mondo con la sua scellerata ed incomprensibile politica economica, semplicemente non bisogna fare affidamento. E poi, fra 2 anni sarà consegnato all’oblio, credetemi che molti americani non aspettano altro (e penso anche molti abitanti della società civile mondiale pensino lo stesso, mai visto un bluff del genere). E Dio sa quanto mi dolga dire queste cose , io sono stato fino all’avvento dell’ultimo presidente USA un grandissimo estimatore degli USA, il primo che rischia di condurmi – magari – a riconsiderare l’approccio filoamericano…

Secondo motivo: chiaramente frau Merkel sa fare i propri interessi come nessuno. Ora, se voi aveste un competitor che oltre a farvi competizione vi compra anche molti dei beni da voi prodotti cosa vorreste che succedesse al fine di un Vs. diretto vantaggio? Risposta semplice: che il competitor non andasse così bene ma comunque non fallisse, meglio farlo galleggiare ma con l’acqua alla gola in modo che consumi ma non mi crei problemi nel mercato rubandomi clienti. Bene, l’Italia è il maggior competitor industriale della Germania, e qui capite già il parallelismo tra la rivalità dei due competitors citati nell’esempio. Ma parallelamente consuma molti prodotti tedeschi, 60 milioni di persone mangiano e spendono. Quindi bisogna fare in modo appunto che continuino a mangiare, bevano, consumino i miei prodotti – parlo come fossi Germania – ma senza fare in modo che escano veramente dalla crisi, che consumino senza risparmiare, magari facendoli diventare serbatoio di manodopera a basso costo. A parte che questo sembra essere l’obiettivo della modifica dell’art. 18 attuale – qualcuno mi dica se dico fesserie – ma è anche la radice del piano nazista di W.Funk, quello per l’Europa comune di hitleriana memoria (leggasi, descriveva cosa sarebbe dovuto succedere a livello economico una volta che la Germania avesse vinto la guerra in Europa).

Finiamo sempre lì…. Ora caro Renzi, fare il saputello che fa disastri ti condurrà ad una reputazione del moderno Savonarola… A Firenze si dice “mai più un altro Savonarola…” o sbaglio? Ecco, quando la gente capirà sulla propria pelle gli effetti del provvedimento in corso di approvazione – e notate la disinformazione dei giornali, “tuteli crescenti” si dice, pazzesco – tu a Firenze mi sa che non ci potrai più ritornare, o meglio rischierai qualche sereno scapaccione durante una passeggiata a Ponte Vecchio quando non avrai più la scorta…. (ps. non sono fiorentino e quindi sai che con me non corri rischi, ma con i tuoi focosi concittadini non ne sono molto sicuro).  E ti scrivo tutto questo perchè ho a cuore che tu abbia successo [nel bene dell’Italia] ma mi aspettavo che tu affrontassi i problemi veri dell’Italia, quello di ridurre gli sprechi dello Stato e soprattutto di sfidare la Germania che vuole continuare ad imporre austerity ai propri partners quando è ormai chiaro che non serve, anzi… Non ti ho supportato fino ad oggi perchè facessi danni ai tuoi stessi concittadini….

Magari venissero lette queste poche righe da chi di dovere.

Tanto vi dovevo, almeno qualcuno smetterà di darmi del renziano….

Mitt Dolcino

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog