attualita' posted by

ALCUNI GRAFICI CHE MOSTRANO COME L’EUROZONA, IN REALTA’, NON ESISTA

 

 

Vi mostriamo ora alcuni dati incontrovertibili che mostrano come NON esista “L’area euro”; ma solo una moneta comune ad economie estremamente diverse che viene a generare delle enormi distorsioni. Ecco perchè l’euro non funziona e la sua fine non sia un problema di essere “Pro” o “Contro”, ma un evento ineluttabile, come la pioggia o la grandine.

Target 2

Liabilities sono le posizioni negative, i claim quelle positive. Non ci interessa che siano debiti omeno (lo abbiamo detto migliaia di volte su SE come la pensiamo), ma indica che ci sono zone che vedono permanenti deflussi di capitali verso altre. Non c’è un equilibrio fra le varie aree, neanche tendenziale.

PRESTITI E DEPOSITI:

Se c’è un deflusso di fondi, quali banche li prendono a prestito dalla BCE tramite le operazioni di TLTRO (targeted Long Term Refinancing Operation) e LTRO? E chi, invece , deopita overnight presso la BCE (tra l’altro pagando lo 0,5% di interessi)? Ecco la risposta:

PRESTITI VERSO ENTI NON CREDITIZI

Come vanno i nuovi prestiti? Anche qui abbiamo una forte dicotomia: mentre in Francia e Germania i nuovi prestiti crescono, al contrario in Italia sono in calo mentre in Spagna si stanno riprendendo dopo aver toccato un minimo. Abbiamo chiaramente due, se non tre Europee.

 

INFLAZIONE

L’Inflazione è incredibilmente disomogenea nell’area euro: si passa dal 2,9% su base annua della Lettonia al 2,5% dei Paesi Bassi allo 0,5% del Portogallo allo 0,9% dell’Italia. Un bel rebus per la politica monetaria che dovrebbe essere restrittiva ormai per i Paesi Bassi, che hanno superato il target inflattivo della BCE ed espansiva, anzi fortemente espansiva, per i paesi mediterranei.

 

Quindi il problema dell’euro e dell’Eurozona è che l’unica cosa unificante, anche dal punto di vista economico, sia la presenza di un’unica moneta, mentre per tutto il resto ogni economia se ne va per i fatti suoi. Anzi se la flessibilità sul cambio poteva permettere di scaricare sull’elemento monetario le tensioni e le divergenze dell’economia reale, permettendone la convergenza pur in presenza di differenze strutturali, la moneta unica rende questo processo impossibile.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi