attualita' posted by

UK: IL PANE SI COMPRA IN POUND (di Roberto Alice)

Oggi, dopo qualche mese in cui la nave inglese veleggia da sola, possiamo effettivamente trarre qualche conclusione, o fare una semplice analisi della realtà, se preferite.

Come sappiamo la verità è figlia del tempo, e noi abbiamo aspettato fin quando ella si è rivelata a noi.

 

Mettiamo insieme un po’ di fatti:

  • L’indice Ftse 100, che raggruppa le principali blue chip della Borsa di Londra, ha messo a segno il quindicesimo rialzo consecutivo e il nuovo record storico.
  • Il bilancio da inizio 2017 è positivo di circa il 3%, espresso in Sterline, ma in ribasso dello 0,4% se espresso in Euro, per effetto della contemporanea svalutazione del Pound, ma ovviamente per un Inglese è in rialzo e basta.
  • Il premier Theresa May chiarirà la posizione della Gran Bretagna sulla Brexit, si suppone che continui la strada iniziata mesi fa.
  • Anche il Fmi ha rivisto al rialzo le stime di crescita della Gran Bretagna per il 2017 (Ma và? Ndr)
  • Anche per il prossimo anno si prevedono incrementi del PIL Inglese del 1,4%

 

Ma guardiamo il grafico che ci spiega in modo sinottico cosa è successo:

Dal momento della Brexit il loro listino borsistico / industriale ha rotto il consueto andamento superando i massimi verso l’alto.
Ovviamente è complesso misurare l’impatto della Brexit sull’economia Britannica a cosi poco tempo dalla sua realizzazione, ma si può porre in rilievo che:
La svalutazione della Sterlina fa il paio con rialzo della Borsa inglese e l’economia inglese non sta certamente soffrendo (la nostra si ndr).

La debolezza della Sterlina favorisce alcuni settori come il farmaceutico e l’elettronico che ha iniziato ad assumere per discreti numeri. (molti validi ingegneri, amici miei, sono partiti in questi giorni dall’Italia per un lavoro a Londra ndr)

Dal giorno della Brexit gli Inglesi hanno deciso che si aumenterà il prezzo del loro pane è solamente perché hanno più lavoro e più Sterline in tasca.

Il prezzo del pane a Londra per 4 persone è 1.82£ al giorno, qui a Torino (quando lo compro io) spendo 3€.

Sarà più buono il nostro, può essere, ma certamente è il più caro.

 

E questo chiude il discorso, non è il costo della farina che fa quello del pane, ma della moneta con cui paghi il panettiere.

 

Roberto Alice

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog