Euro crisis posted by

SLOVENIA 2014: IL QUADRO MACROECONOMICO ATTUALE

I prossimi due giorni sarò in visita, non di piacere ma ovviamente per Scenarieconomici, in Slovenia, così questa mattina ho pensato avreste ritenuto interessante comunque avere un’anticipo delle mie sensazioni riguardo questo ridente staterello.

piran slovenia

Come lo troviamo in questo 2014 a livello macroeconomico?

La Slovenia sta vivendo una recessione  iniziata nel 2009, con una contrazione del PIL del -7,9%, cui ha fatto seguito un breve periodo di crescita ed una nuova flessione nel 2012 (-2,5%).
Nel 2013, dopo otto trimestri consecutivi di flessione, il PIL sloveno ha attenuato la decrescita attestandosi al -0,5%.

Questo primo 2014 la situazione è per ora migliorata: +1,9%.

SLOVENIA 1

Sull’andamento della domanda, incisero negativamente spesa pubblica (-2,0%) e consumi privati (-2,7%). Voci positive rimangono le esportazioni (+2,9%) e gli investimenti fissi lordi (+0,2%), quest’ultimi però per valori davvero infinitesimali!

SLOVENIA 2
Recenti previsioni (marzo 2014) prevedono una debole ripresa nel 2014 (+0,5%, PIL) che continuerà anche nel 2015 (+0,7%) e nel 2016 (+1,3%). L’andamento negativo dell’economia slovena del passato è stato spinto dalla crisi internazionale causa economia export oriented (export=61,3% del PIL e import=62,9) e dalle politiche di austerity che si sono riflesse poi anche nel calo dei consumi. Nel 2013 il saldo commerciale è notevolmente migliorato rispetto al 2012 ed è diventato fortemente positivo in questo primo periodo del 2014.

SLOVENIA3

La produzione industriale nel 2014 è cresciuta riprendendo rispetto ai dati negativi del 2013.

L’inflazione nel 2013 è stata l’1,8% (per rincaro prezzi bevande e tabacco, +7%, servizi di ristorazione e alberghieri, +6,5%, e alimentari, +3,6%.  Le stime parlano di una forte frenata nel 2014 (0,3%).

In aumento la disoccupazione, soprattutto giovanile. Il tasso di disoccupazione registrato è stato nel 2013 del 13,1% (del 6,7% nel 2008). Per il 2014 si prevede un tasso del 13,6%.

I conti pubblici preoccupano per il trend negativo in rapido peggioramento. Nel 2013, a seguito della ricapitalizzazione del sistema bancario, il deficit del bilancio pubblico ha toccato il 14,7% del PIL (5,19 miliardi di euro), spingendo il debito pubblico al 71,7% del PIL (25,31 miliardi di euro).

SLOVENIA ULTIMO

Il governo Sloveno ha ottenuto una proroga di due anni (fino al 2015) per ricondurre il deficit entro la soglia del 3%, grazie a un Piano Nazionale di Riforme, incentrato su:

consolidamento fiscale (aumento aliquota IVA ordinaria al 22% e di quella ridotta al 9,5% dal 1° luglio 2013, riduzione spesa pubblica e mantenimento della tassa del 17% sui redditi d’impresa),

ricapitalizzazione del sistema bancario, attraverso il trasferimento alla “bad bank” (BAMC – Bank Asset Management Company) dei crediti inesigibili,

privatizzazioni delle partecipazioni statali e ricorso a partnership pubblico-private in vari settori delle infrastrutture pubbliche (termoelettrico, idroelettrico, completamento dell’asse autostradale, modernizzazione del sistema ferroviario e ampliamento del porto di Capodistria),

piano di ristrutturazione delle imprese e misure per stimolare la crescita e l’occupazione,

– riforme strutturali (mercato del lavoro e sistema pensionistico approvata dal Parlamento nel 2012).

Il 1° gennaio 2014 è stata introdotta in Slovenia la tassa sugli immobili, annullata però a seguito di un pronunciamento di fine marzo della Corte Costituzionale.

Ecco, questa è la situazione in cui si trova oggi la Slovenia a distanza di qualche anno di gestione crucca.

Secondo voi, è paragonabile anche solo minimamente a Polonia, Turchia, Ungheria, Repubblica Ceca o UK?

Per me no.

O forse si?

miss-universo-slovenia

A voi la scelta!

 

Maurizio Gustinicchi

Economia5Stelle

MARINARECCIA2

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog