attualita' posted by

CHI SI NASCONDE DIETRO RENZI RELOADED (aggiornamento a Giugno 2014): L’inutilità di Draghi e delle sue misure!

Riprendiamo il discorso lanciato ad Aprile, assieme al mio collega e collaboratore Carlo Iotti, con la metodologia del grandissimo trader Giuseppe Migliorino.

L’analisi di aprile era una comparazione tra i listini Euro Stoxx 50 (indice di titoli quali Allianz, Basf, Bayer, Daimler, Deutsche Bank, ecc.) ed ITA40 (indice che riguarda esclusivamente la Borsa Italiana).


Avevamo notato un’andamento contrapposto, con un abbandono dei capitali dai mercati del Nord per trasferirsi in quelli del Sud  (oggi, INVECE, l’andamento ha ripreso la medesima direzione dell’Ita40).

L’Ita40 era questo:

ITA40 1

L’idea di base era che da un lato si stesse prevedendo una rottura dell’eurozona con trasferimento dei capitali nel paese che poi avrebbe avuto (grazie alla svalutazione che riallinea i prezzi sui mercati internazionali) maggiori saggi di sviluppo, dall’altro gli amici del Nientologo (vedi Serra che pare abbia la sede della sua attività alle Cayman) che aiutano Renzi per piegare la Germania ad una scelta antiausterity.

Premesso che questa cosa è parzialmente avvenuta, visto che il Board della BCE ha votato all’unanimità il TLTRO di circa 835 miliardi di Euro a medio termine (di cui in Italia si prevede possano arrivare circa 130 miliardi per le imprese e 130 per le famiglie), quindi significa che la Germania è stata comunque messa all’angolo dai mercati, vediamo cosa è accaduto in Italia in questi due mesi dall’articolo precedente:

ITA40 2

Questo grafico mostra che il trend è ancora in crescita (il mercato ha ancora forza) in questi due mesi che ci dividono dal mese di aprile 2014.

“Orrore!” starete esclamando, già vi vedo! Ma come? Ma la Borsa non è stata influenzata positivamente dalle misure di Mario Draghi? No! E sapete perché? Per quanto segue:

1)    i mercati queste informazioni le possiedono già da prima che chiunque le attui;

2)    misure inferiori ai 2.000 miliardi di euro difficilmente consentiranno al sistema economico europeo un vero CAMBIO DI VERSO;

3)    come vedete dal Grafico, la metodologia di Migliorino dimostra che prima dei prossimi 3-4 mesi il tonfo in borsa comunque non ci sarebbe affatto stato, si prevedeva comunque e sempre un percorso ancora di crescita.

 

E quindi?

E quindi Draghi e la BCE si dimostra ancora una volta che sono assolutamente inutili, Shakespeare direbbe “Much Ado About Nothing” (molto rumore per nulla)!

Guardate che è la seconda volta che ve lo dimostro:

– la prima volta per mezzo della TAYLOR RULE,

– oggi grazie agli specifici sistemi di programmazione dei rendimenti da parte dei mercati.

Per quanto potente sia Supermario, nel senso di visibilità, capacità di farsi ascoltare, di farsi lodare, in fin dei conti rimane quel che è: un furbacchiotto capace di far carriera sulla pelle dei propri compaesani! Nulla di più!

Quanto alla coppia di cani da guardia delle ville dei veri potenti, Renzi e Hollande:

“Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l’imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile”

(Woody Allen)

 

Ed invece, se desiderassimo concentrarci sul finale del ciclo biennale della Borsa, dove ci conduce l’analisi di Migliorino? A prevedere un crack al ribasso programmato per i mesi di settembre ed ottobre. Normalmente in questi casi accade sempre un evento storicamente rilevante (vedi 11 settembre a New York). Cosa mai potrà accadere quest’anno? Non lo sappiamo, ma siamo certi che qualcosa accadrà!

Vediamo che il crack si situerà comunque sopra il livello di partenza ma indubbiamente molto al di sotto del valore attuale:

MIB YAHOO

 

“A mio padre devo la vita, al mio maestro una vita che vale la pena essere vissuta”

(Alessandro Magno)

 

E il mio, di Maestri, è il più forte in assoluto, esiste da sempre e regola (Lui solo) ogni cosa: PIGRECO!

 pigreco the wall 2

Maurizio Gustinicchi

Economia5Stelle

1 Comment

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog