Seguici su

Attualità

Il Ghana vuole pagare il petrolio in oro e non in Dollari. Farà moda?

Pubblicato

il

 

 

Il governo del Ghana sta lavorando a una nuova politica per l’acquisto di prodotti petroliferi con l’oro anziché con le riserve di dollari, ha dichiarato giovedì su Facebook il vicepresidente Mahamudu Bawumia.

La mossa è volta a contrastare la diminuzione delle riserve di valuta estera e la domanda di dollari da parte degli importatori di petrolio, che sta indebolendo il cedi locale e aumentando il costo della vita. Le riserve internazionali lorde del Ghana ammontavano a circa 6,6 miliardi di dollari alla fine di settembre 2022, pari a meno di tre mesi di copertura delle importazioni. Secondo il governo, si tratta di un calo rispetto ai circa 9,7 miliardi di dollari della fine dello scorso anno. Quindi il Ghana pensa di risparmiare dollari pagando in oro.

Se attuata come previsto per il primo trimestre del 2023, la nuova politica “cambierà radicalmente la nostra bilancia dei pagamenti e ridurrà in modo significativo il persistente deprezzamento della nostra valuta”, ha dichiarato Bawumia.

L’uso dell’oro eviterebbe che il tasso di cambio abbia un impatto diretto sui prezzi dei carburanti e dei servizi, poiché i venditori nazionali non avrebbero più bisogno di valuta estera per importare prodotti petroliferi, ha spiegato. “Il baratto dell’oro con il petrolio rappresenta un importante cambiamento strutturale”, ha aggiunto.

Il Ghana è un produttore di oro come si può vedere da grafico sottostante

Ghana produzione oro da https://www.statista.com/statistics/415935/top-gold-mines-in-ghana-by-production-volume/

La politica proposta non è comune. Anche se a volte i Paesi scambiano il petrolio con altri beni o materie prime, questi accordi prevedono tipicamente che una nazione produttrice di petrolio riceva beni non petroliferi piuttosto che il contrario.

Il Ghana produce petrolio grezzo, ma si affida alle importazioni di prodotti petroliferi raffinati da quando la sua unica raffineria è stata chiusa dopo un’esplosione nel 2017.

L’annuncio di Bawumia è stato pubblicato nel momento in cui il ministro delle Finanze Ken Ofori-Atta ha annunciato misure per tagliare le spese e aumentare le entrate nel tentativo di affrontare la crisi del debito che sta aumentando vertiginosamente. Nella presentazione del bilancio 2023 al Parlamento, giovedì scorso, Ofori-Atta ha avvertito che la nazione dell’Africa occidentale è ad alto rischio di sofferenza debitoria e che il deprezzamento del cedi sta seriamente compromettendo la capacità del Ghana di gestire il proprio debito pubblico. Quindi il Ghana cerca, nei limiti del possibile, di non accedere al mercato internazionale del dollaro, perché sottoposto a speculazioni legate al proprio debito interno, e cerca di affidarsi quindi al baratto diretto con un bene prodotto internamente.  questo però mina la posizione di moneta globale del Dollaro. Come la prenderanno gli USA?


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito