attualita' posted by

GLI USA APPROVANO UNA MANOVRA STORICA A DEBITO DI 2.200 Miliardi di $ (10,2% del PIL) . QUALE INSEGNAMENTO PER L’EUROPA? (di Primo Gonzaga)

Ieri le 2 Camere degli Stati Uniti hanno approvato all’unanimità il più grande piano di aiuti pubblici a persone e aziende. L’importo è mostruoso e ammonta 2.200 MILIARDI di Dollari pari al 10,2% del PIL degli U.S.

L’intervento proposto da Trump e poi integrato da Repubblicani e Democratici, che hanno ulteriormente ampliato i pacchetti di aiuti è una innovazione assoluta nella storia dell’economia. Qualcosa di talmente innovativo che concorrerà a modificare molte teorie dell’Economia Politica e che entrerà negli annali di storia.

Vediamo gli elementi innovativi e il collegamento essenziale della manovra a debito con le azioni della FED e in seguito cosa può comportare per la UE e per l’Italia.

Le sovvenzioni pubbliche andranno in 5 grandi direzioni:

  1. PAGAMENTI DIRETTI AGLI AMERICANI (a tutti quelli senza reddito o con reddito inferiore ai 75.000 $ l’anno

Costo stimato: $ 290 miliardi

  1. ASSEGNO DI DISOCCUPAZIONE MIGLIORATO (I pagamenti per i lavoratori senza lavoro aumenterebbero di $ 600 a settimana)

Costo stimato: $ 260 miliardi

  1. PRESTITI a PMI

I prestiti alle imprese con meno di 500 dipendenti potrebbero essere parzialmente condonati se utilizzati per stipendi dei dipendenti, affitto, interessi ipotecari etc

Costo stimato: $ 377 miliardi.

  1. AIUTI A COMPAGNIE AEREE E GRANDI IMPRESE con ATTIVITA STRATEGICHE

Una delle condizioni poste alle soccietà che otterranno gli aiuti è che mantengano fino a settembre almeno il 90% dei dipendenti

Le imprese di proprietà del presidente Donald Trump, di altri funzionari dell’amministrazione o dei membri del Congresso, o dei loro familiari, non avrebbero diritto all’assistenza.

Costo totale: $ 504 miliardi

  1. ALTRE SOVVENZIONI E PRESTITI O RIDUZIONI O SOSPENSIONE DELLE TASSE ETC…

FINO A UN TOTALE DI 2.200 MILIARDI DI $

E’ evidente che tutto l’impianto complessivo mira a tutelare il reddito delle persone e a mantenere l’occupazione delle imprese nel periodo di crisi. Anche i crediti e le garanzie sui crediti alle PMI e alle grandi aziende sono condizionati al mantenimento dell’occupazione.

L’intervento totalmente a carico dello stato (a debito) ha i seguenti obiettivi strategici:

  • Sostenere il reddito delle famiglie e quindi i consumi
  • Garantire la liquidità delle imprese e la loro permanenza in vita per permettere poi una immediata ripresa alla fine della crisi.

L’intervento dello stato non sarebbe possibile senza l’altra gamba: quella finanziaria garantita dalla Federal Reserve , la Banca Centrale usa che in questa fase garantirà:

  • Risorse Illimitate per :
    • Acquisti di bond pubblici (per garantire allo stato – cui la FED appartiene) tutta la liquidità necessaria e mantenere i tassi bassissimi )
    • Acquisti di Commercial paper (le fatture delle aziende cui le banche anticipano liquidità
    • Acquisti di corporate bond o altri asset per garantire liquidità ad aziende e a banche

In questi giorni molti amici mi hanno chiesto perché l’intervento della FED e in Europa quello della BCE è così indispensabile. Rispondo in modo semplice, ma non semplicistico.

In questa enorme crisi chi è in grado di sborsare 2.200 Miliardi per finanziare il l’aumento della spesa (e se si emettono Bond) un aumento del debito così rilevante ?

Nessuno, non basterebbero i risparmi dei privati cittadini, ne le risorse dei fondi e delle banche (falcidiate dai crolli borsistici e dai crediti incagliati).

Nessuno in una crisi come questa dove le Borse hanno mediamente perso oltre il 30% del loro valore in un mese, è in grado di finanziare un intervento di 2.2 Trilioni di $. Solo lo stato stesso tramite la creazione (stampa) di liquidità con la sua Banca Centrale.

Questo concetto, se ci si ferma a ragionare un attimo, permette anche di eliminare tutte le stupidaggini su aumenti di tasse o patrimoniali o cose del genere (sarebbero comunque gocce e in questa fase non farebbero che togliere a famiglie e imprese ulteriori risorse da investire o per sostenere il reddito) .

In sintesi gli Stati Uniti hanno :

  • Deciso in 2 settimane (velocissimamente)
  • Il più grande piano di aiuti a famiglie imprese con aiuti diretti e riduzione o sospensione di tasse
  • Il debito viene finanziato per la parte finanziaria dalla FED che stampando $ garantisce risorse Illimitate .

Intervento della FED dimostra (se ce ne fosse bisogno) come Economia, Fiscalità pubblica e Finanza sono strettamente collegate.

In allegato il comunicato ufficiale della FED

Veniamo ora alla UE e all’Italia.

Il PIL della UE nel 2019 è stato di 18.800.000 Miliardi di $ . Se consideriamo uno stimolo identico a quello degli USA (10,2%) la UE dovrebbe proporre stimoli economici a debito per circa 1900 Miliardi di $ (circa 1.750 Mld di Euro) . Per l’Italia che ha un PIL (in euro di 1787 MLD) la manovra del Governo dovrebbe essere di 182 Mld .

E’ Evidente che:

  • La UE è già in ritardo di un mese, (da noi le prime chiusure sono partite il 23 febbraio) e questo è terribile
  • L’unica possibilità è fare un piano di stimoli finanziato dal sistema pubblico (chi parla di tassazione e di patrimoniali oggi non comprende che deprimerebbero ancor di più una economia depressa a livelli insostenibili)
  • Essendo vietato dai trattati la stampa diretta di Euro da parte del Tesoro l’unica possibilità (per non uscire dall’Euro) è emettere debito (BTP)
  • Solo la BCE ha le risorse oggi per comprare tale debito e mantenere i tassi bassi (Banche, Fondi e Risparmiatori già fiaccati dai crolli delle borse e dei redditi anche volendolo non avrebbero le risorse e nessuno stato estero (Cina e Russia comprese) potrebbero perché non hanno riserve finanziarie in $ o Euro nemmeno lontanamente sufficienti.

In Conclusione.

La UE oggi se vuole salvare le sue economie e la sua stessa esistenza non ha alternative:

  • I singoli stati devono sostenere l’economia e i redditi delle famiglie di chi perde il lavoro temporaneamente e devono farlo subito altrimenti sarà un disastro assoluto;
  • Gli Stati sono gli unici in questo momento a poter intervenire con le risorse necessarie ma se emettono altro debito o non troveranno sottoscrittori o i tassi schizzeranno a livelli insostenibili o entrambe le cose;
  • La BCE deve intervenire acquistando il debito degli stati e lo deve fare per tutti.
  • L’emissione da parte della UE di Corona Bond garantiti dalla BCE permetterebbe 2 cose :
    1. Tassi uguali per tutti
    2. Sottoscrizione immediata di tutto il debito
    3. Il debito poi rimarrebbe a carico dei singoli paesi (quindi nessuna condivisione del debito) ma condivisione questo si, dello stesso tasso. (zero spread)

Il MES sarebbe insufficiente e soprattutto creerebbe ulteriore debito e le condizionalità di applicazione del MES ci porterebbero in fretta la Default , ma visto che tutta l’Europa è nella stessa nostra situazione, è anche del tutto inutile. Il default sarebbe europeo anche solo se fallissimo solo noi e Spagna perché “too big to fail”.

Primo Gonzaga 28/3/2020

Allegato

Estratto FED e link al comunicato completo

The Federal Reserve’s role is guided by its mandate from Congress to promote maximum employment and stable prices, along with its responsibilities to promote the stability of the financial system. In support of these goals, the Federal Reserve is using its full range of authorities to provide powerful support for the flow of credit to American families and businesses. “

https://www.federalreserve.gov/newsevents/pressreleases/monetary20200323b.htm


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed