attualita' posted by

GALLI E POLLAI: a distanza di tre anni Zanda (PD ) si è accordo che Renzi non ha dato le dimissioni.. Che tempismo (PS di economia capite una fava)

 

Che dire, tre anni per capire che una persona ha detto una palla sono non pochi, ma un vecchio detto dice “meglio tardi che mai”. Intervistato da Repubblica, praticamente house organ del PD, ma ripreso da Il Fatto Quotidiano, il capogruppo del PD al Senato afferma, su Renzi:

“Aveva promesso che in caso di sconfitta (al referendum, ndr) avrebbe abbandonato la politica, ma non l’ha fatto”.

Non possiamo che elogiare l’incredibile perspicacia del Senatore, che,  con grande capacità, si è reso immediatamente, o quasi, conto che l’ex Presidente del Consiglio ed ex Segretario del PD non ha abbandonato la politica, come aveva promesso, all’indomani del referendum del 2016. Certo, ha dovuto maturare un’attenta meditazione politica, rendersi conto di quanto effettivamente il buon Matteo faceva e non faceva, ma dopo quasi trentasei mesi, aiutato da un cambio nella segreteria del PD, è giunto al fatto: Renzi non ha lasciato la politica. Magari tra un anno ci annuncerà che il Movimento Cinque Stelle ha vinto le elezioni (del marzo 2017), e fra un paio che perfino Ferrara è caduta in mano alla Lega (nel Maggio 2019). Però non arrabbiamoci, per le valutazioni politiche ci vuole tempo.

Invece dimostra di non capire Nulla di economia con la frase successiva: “Hanno miracolato l’Italia non avviando la procedura d’infrazione. In cambio, l’Italia ha promesso rigore nella legge di bilancio. Non dobbiamo mancare alla parola data”. Guardi, non c’è stato nessun miracolo: l’Italia ha fatto una legge di bilancio corretta, se mai L’EUROPA È ORA CHE CHIEDA PIÙ DEFICIT. Come dimostra l’attuale crisi manifatturiera del continente intero abbiamo bisogno di più spesa ed investimenti pubblici non di meno. In questo modo Zanda conferma l’assoluta incomprensione delle basi macroeconomiche, confermando, questo si, che il PD è incompatibile con il bene economico della Nazione.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi