attualita' posted by

COME PUO’ UN ECONOMISTA EURO-ACCADEMICO GUIDARE I GOVERNI SE NON HA MAI VISTO UN’AZIENDA? Una giusta domanda di Malvezzi

 

Fra i mali odierni uno dei maggiori è quello degli “Economisti da salotto”: gente che ha studiato solo dentro le biblioteche su scritti universitari fatti per altri universitari, in un mondo di pura accademia. gente che non ha mai operato in pratica, non ha mai visto un’azienda, non ha mai aperto una partita IVA, non ha mai aperto un conto corrente o fatto un investimento in modo serio. Puri teorici che giocano, “In corpore vili”,  sulla carne viva delle persone, magari dando indicazioni come “Tagliare la sanità”, o “Diminuire le pensioni”, senza rendersi conto che queste scelte vengono poi a pesare su degli essere umani, su delle aziende, su delle persone che pagheranno in prima persona. Loro no, loro resteranno nelle loro università, ricchi delle proprie cattedre e delle proprie consulenze ricchissime.

Questo è la pillola odierna di Valerio Malvezzi contro gli economisti da ricerca e da paper scientifico, che però non sono in grado di gestire un negozio e, soprattutto, hanno perso completamente il contatto con le persone ed il lato umano. Eppure perfino economisti classici , in tempi non sospetti, parlavano di un’eccessiva matematicizzazione dell’economia, mentre chi operò realmente sull’economia, come Keynes e Vickrey, operarono con esperienza diretta della politica economica, a contatto con i problemi delle persone.

Perchè l’economia dovrebbe essere una scienza umana, non un gioco matematico per giustificare il potente di turno.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed