attualita' posted by

Come l’EBA vuole mandare in crisi il sistema creditizio europeo

 

Cosa ci vuole a mandare in crisi il settore creditizio, provocare qualche crack bancario e quindi generare una bella stretta creditizia?  Basta trovarsi alla quida dell’EBA, l’Autorità Bancaria Europea, e non avere un’idea degli effetti delle proprie parole.

Come riportato da Bloomberg, la massima autorità di regolamentazione bancaria dell’Unione europea ha esortato gli istituti di credito a cancellare prontamente i prestiti  in sofferenza non appena la pandemia sarà passata, perchè, secondo l’ente,  e le imprese “zombie” potrebbero danneggiare la ripresa economica.
Jose Manuel Campa, presidente dell’Autorità bancaria europea con sede a Parigi, ha dichiarato in un’intervista del 19 marzo che le autorità di regolamentazione prevedono che i prestiti in sofferenza “aumenteranno a un importo significativo” nei prossimi trimestri, dopo un anno di sostegno del governo per i mutuatari e banche hanno soppresso i default. Ci dovrebbe essere quindi,  “il riconoscimento quanto prima possibile” delle perdite, ha detto Campa. Nonostante le banche dell’UE abbiano accantonato miliardi di euro per coprire questi NPL, il rapporto effettivo dei prestiti in sofferenza è sceso al 2,6% alla fine dello scorso anno, che Campa ha definito “paradossale” mentre Covid-19 ha fatto precipitare l’economia in una recessione. “È necessario eseguire una valutazione rischio per rischio, posizione per posizione e cercare di provvedere adeguatamente a tali rischi”, ha affermato Campa. Più a lungo i mutuatari si affidano alle ferie di pagamento, “più è probabile che vedrai effetti di scogliera perché più è probabile che quei prestiti si siano deteriorati in un periodo di tempo così lungo”, ha detto. “Probabilmente ci saranno aziende che semplicemente non hanno esposto modelli di business redditizi e hanno bisogno di uscire dal mercato e devono essere liquidate”, ha detto Campa. L’EBA è ottimista sul mantenimento dei legami bancari Regno Unito-UE Il presidente dell’Autorità bancaria europea Jose Manuel Campa commenta l’attività bancaria post-Brexit su Bloomberg Television. (Fonte: Bloomberg)
Le stesse banche hanno più capitali per far fronte alle perdite rispetto alla crisi finanziaria, ma Campa ha detto che le autorità e l’industria devono ancora guardarsi dalla creazione di “banche zombi” che ritardano l’assunzione di perdite sui prestiti ma trattengono anche nuovi prestiti.
Quindi ricapitolando:
  • c’è una crisi economica che ancora, però, non si è trasformata in una crisi del sistema bancario;
  • la crisi è stata evitata, finora , perché fra prestiti garantiti dallo stato e banche un po’ più comprensive, che non puntano a riempirsi di NPL in un momento in cui non potrebbero neanche escutere le garanzie, gli NPL non sono esplosi nel mezzo di una crisi economica;
  • dato che il disastro non c’è ancora  cosa fa Campa, invita le banche a essere spietate, far saltare le aziende come tappi di bottiglia;
  • naturalmente questo eroderà il patrimonio delle banche che, per mantenere i vari rapporti di capitalizzazione, saranno costrette a tagliare sui crediti, provocando una stretta creditizia;
  • magari qualche banca addirittura potrebbe saltare, con gioia degli azionisti e dei risparmiatori junior;
  • la crisi economica si intensificherà trasformandosi in una crisi bancaria;
  • a godere saranno solo i fondi avvoltoio.

Ecco questo è quello che chiaramente vuole l’EBA, l’Autorità Bancaria Europea. Come cittadini, debitori e risparmiatori dovete essere ben consci che in Europa c’è un’entità che lavora per la vostra rovina con la scusa di eliminare le aziende Zombi. Senza rendersi conto che le aziende in difficoltà lo sono NON in quanto non redditizie, a perché chiuse da mesi per ordine dei rispettivi governi e provate dei flussi turistici in modo improvviso e forzoso. le vere aziende Zombie sono solitamente grandi aziende che godono di posizioni semi monopolistiche o quasi, senza le quali si scioglierebbero come neve al sole.

In un momento in cui bisogna aiutare l’economia a riprendersi Campa va in direzione opposta. Segnatevelo, perché questa volontà causerà grandi danni economici, politici e sociali. Ricordatevi chi ne è responsabile. 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal