attualita' posted by

Cina: inflazione alle stelle, subentrano i controlli sui prezzi al consumo

SHANGHAI, CHINA – AUGUST 31: (CHINA OUT) A Chinese man identifies a new issued 100 yuan note with an old one issued in 1999, at a bank on August 31, 2005 in Shanghai, China. Authorities issued new yuan notes today that largely resemble bills in circulation but with new marks meant to foil currency counterfeiters. New 100, 50, 20, 10 and 5 yuan notes, as well as a 1 jiao coin (10 Chinese cents), were available from the People’s Bank of China. The design of the new bills, bearing a portrait of former Chinese leader Mao Zedong, remains the same as the last-issued 1999 series but incorporate new watermarks and other minor changes that will make it harder to duplicate, according to state media. (Photo by China Photos/Getty Images)

 

I dati inflazionistici in Cina sono particolarmente preoccupanti sia per quanto riguarda il i costi al consumo, sia per quanto riguarda quelli alla produzione, ma, oltre a questo fenomeno, i dati mostrano una forte divisione fra quello che accade a livello di produzione e quello che accade al consumo.

L’inflazione al dettaglio (CPI) passa da 0,9 % a 1,3% a maggio su base annua, ma il dato più importante è quello, elevatissimo dell’inflazione alla produzione, cioè il +9% su base sempre annua. Questo non può non avere degli effetti, anche consistenti, sugli utili delle aziende cinesi, soprattutto nel momento in cui, come abbiamo visto, non è possibile scaricarli sui prezzi al consumo. Quindi gli effetti sono sulla redditività aziendale

Se fino a quando i costi potevano essere scaricati sui consumatori si è assistito ad un aumento degli utili, con il blocco di questo trasferimento economico gli utili (linea blu) hanno preso un andamento differenziato rispetto ai costi. Un calo degli utili può essere retto per lungo tempo sono con interventi pubblici che, ad esempio, riducano il carico fiscale, altrimenti, prima o poi, la redditività del capitale non sarà più interessante e qualcuno, anche in Europa, la pagherà carà.

Nel frattempo il governo controlla i costi al consumo. e l’inflazione core, legata al cibo.

Questa ultima appare comunque ancora sotto controllo, almeno in apparenza, anche perché dei dati ufficiali cinesi c’è sempre da fidarsi con un buon grado di prudenza.

A conferma di quanto scritto sopra il governo cinese ha  deciso d’Intervenire subito: il governo cinese, ha deciso di mettere sotto controllo i prezzi di carne di maiale, mais e grano. Nell’opera di controllo e monitoraggio saranno impegnati una molteplicità di poteri e ministeri. Un modo anche per comunicare che il PCC sta cercando di controllare i costi base per la popolazione, ma queste misure raramente hanno effetto. L’alta inflazione non potrà che avere effetto, o come perdita di competitività o come svalutazione dello Yuan.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal