attualita' posted by

USA e UK aiutano l’Australia a costruire i suoi sottomarini nucleari

 

GROTON, Conn. (July 30, 2004) ñ PCU Virginia (SSN-774), 

Il presidente Biden, il primo ministro britannico Boris Johnson e il primo ministro australiano Scott Morrison sono apparsi virtualmente insieme per annunciare una partnership molto particolare sulla condivisione delle tecnologie nucleari atte alla realizzazione di sottomarini. “Si tratta d’investire nelle nostre maggiori fonti di forza, le nostre alleanze, e aggiornarle per affrontare meglio le minacce di oggi e di domani”, ha affermato Biden. “Si tratta di collegare gli alleati e i partner esistenti dell’America in modi nuovi e di amplificare la nostra capacità di collaborare”. Tutti e tre i leader hanno sottolineato che il nuovo sottomarino sarà a propulsione nucleare e non armato, in linea con le misure di non proliferazione nucleare. Nessuno di loro ha menzionato la Cina nelle sue osservazioni.

Il patto si basa sulla lunga alleanza tra i tre per condividere l’intelligence, approfondire la cooperazione e aiutare l’Australia man mano che l’influenza della Cina cresce.

Il nuovo accordo, annunciato mercoledì dai leader dei tre paesi, è stato descritto dai funzionari dell’amministrazione come un modo per allineare gli interessi comuni nell’Asia del Pacifico.

La partnership La partnership si chiama AUKUS, acronimo di Australia, Regno Unito e Stati Uniti e avrà una serie di componenti, primo fra tutti lo sviluppo della capacità dei sottomarini nucleari per l’Australia. Altri includono la cooperazione per la sicurezza nel cyberspazio, l’intelligenza artificiale, le tecnologie quantistiche e le capacità sottomarine, hanno detto mercoledì funzionari dell’amministrazione.

Mentre i funzionari hanno rifiutato di dire che lo sforzo era inteso a contrastare la Cina, descrivendolo come uno sforzo per coinvolgere strategicamente tre alleati in una regione importante, bisogna essere onesti e dire la verità: lo sforzo è inteso a contrastare la Cina la cui risposta a questa nuova impresa sarà molto curiosa e certamente uno che non aiuterà ad alleviare l’ondata inflazionistica globale. L’annuncio arriva poco dopo il ritiro delle truppe dall’Afghanistan il mese scorso, che è stato descritto come parte di un più ampio sforzo dell’amministrazione Biden per concentrarsi sulle questioni nell’Indo-Pacifico, inclusa la Cina.

“Questa partnership non è mirata, o su un qualsiasi paese, si tratta di promuovere i nostri interessi strategici, sostenere l’ordine basato sulle regole internazionali e promuovere la pace e la stabilità nell’Indo-Pacifico”, ha detto un funzionario. “Si tratta di uno sforzo più ampio per sostenere il tessuto di impegno e deterrenza nell’Indo-Pacifico”.

Mentre gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Australia partecipano già ad accordi di sicurezza comuni e tutti e tre partecipano all’alleanza Five Eyes, un accordo di condivisione dell’intelligence che include anche Canada e Nuova Zelanda, la nuova struttura di sicurezza prevede la cooperazione tecnologica necessaria per condividere tecnologia sottomarina nucleare e altri sforzi comuni in una regione in cui la Cina pone crescenti problemi di sicurezza.

Il fatto che i nuovi sottomarini australiani non saranno armati con missili nucleari li pone nella categoria dei sottomarini nucleari da attacco, i cui esempi più recenti era la classe Virginia ed hanno ormai quasi 20 anni. Una nuova classi di sommergibili d’attacco australiana permetterebbe di alleggerire la pressione sulla marina USA, soprattutto nelle missioni che riguardano la sorveglianza dei sottomarini SNLMB, Sottomarini nucleari lancia missili balistici russi e cinesi.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal