attualita' posted by

Una questione di targhe rischia di riaccendere la guerra nei Balcani

 

Una questione di targhe automobilistiche rischia di riaccendere la guerra nei Balcani fra Serbia e Kosovo.

Il Kosovo ha deciso di emettere le proprie targhe automobilistiche, ma la Serbia non riconosce lo status di nazione della sua ex provincia e costringe i conducenti del Kosovo ad acquistare targhe temporanee quando entrano in Serbia.

Adesso il Kosovo ha deciso di fare lo stesso con gli automobilisti del paese vicino.

In risposta, i cittadini di etnia serba in Kosovo hanno bloccato il confine provvisorio con camion e due uffici governativi nella capitale Pristina sono stati attaccati, di cui uno dato alle fiamme e distrutto.

“L’incenerimento del centro di registrazione dei veicoli a Zubin Potok la scorsa notte dopo la mezzanotte non è stato un incendio accidentale, ma un incendio intenzionale”, ha affermato Albin Kurti, primo ministro del Kosovo, “e nel centro di registrazione dei veicoli a Zvecan, sono state lanciate due bombe a mano. della finestra, che fortunatamente non è esplosa. Le indagini faranno luce su entrambi i casi».

La tensione è quindi alle stelle e vi sono stati movimenti di truppe serbe verso il confine con il Kosovo. Truppe corazzate e meccanizzate sono state viste dirigersi sul confine, con tanto di visita di ispezione da parte del ministro della difesa. Inoltre i jet di Belgrado hanno iniziato a pattugliare strettamente il confine. Il ministro degli esteri europei e dell’Albania hanno chiesto alla Serbia di interrompere questo dispiegamento militare e di ritirare le truppe.

La Serbia gode dell’appoggio politico della Russia, quindi non rinuncerà facilmente in questa contesa. Il vero compito dell’Europa dovrebbe essere quello di aiutare a trovare una soluzione definitiva che sia soddisfacente per entrambe le parti. Attualmente il coso è riconosciuto da Stati Uniti ed Europa, ma non da Cina Russia e Serbia, rendendo il suo stato internazionale estremamente incerto.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal