analisi e studi posted by

Una foto che racchiude il declino della sinistra: dalle tute blu ai calzini arcobaleno, dalle fabbriche ai salotti (di Giuseppe PALMA)

Questa foto racchiude, da sola, tutto quello che oggi rappresenta la sinistra in Italia.
Non potendo più difendere il lavoro e i diritti dei lavoratori, causa il regime dei cambi fissi che impone la deflazione salariale, la finta sinistra ha spostato la sua azione politica sui diritti cosmetici (figurativamente racchiusi in calzini arcobaleno), da un salotto radical-chic e su un divano da circa tremila euro.

Sembrerà strano, ma in tutto questo è proprio la finta sinistra la più accanita e fedele vestale del regime dei cambi fissi (l’euro) che impone la svalutazione del lavoro.

(in foto il sindaco di Milano Beppe Sala. Dal suo profilo facebook)

Quello che un tempo fu il glorioso partito comunista italiano, sempre dalla parte dei lavoratori e dei meno abbienti, oggi è diventato il più fedele difensore del capitale internazionale e dei suoi scopi, da sempre opposti a quelli dei più popoli. Per sopravvivere, dunque, occorreva reinventarsi, passando dalle periferie ai salotti, dalle fabbriche ai diritti cosmetici, dai salari al capitale. Insomma, la falce e il martello hanno lasciato il posto ai salotti esclusivi. E chissenefrega dei precari e dei disoccupati! Calzini arcobaleno al posto delle tute blu degli operai.

Lontane le periferie.
Lontani i lavoratori.
Lontani i tempi di Togliatti, Amendola e Berlinguer.

Giuseppe PALMA

***

Europa, quo vadis? La sfida sovranista alle elezioni europee“, di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, prefazione di Antonio Maria Rinaldi, Paesi edizioni: https://www.amazon.it/Europa-vadis-sovranista-elezioni-europee/dp/8885939104/ref=mp_s_a_1_1?keywords=europa+quo+vadis&qid=1560620131&s=gateway&sprefix=Europa+quo+vadis&sr=8-1

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi