Seguici su

Attualità

Sicurezza informatica: lo stato del Sud Dakota banna TikTok dagli apparecchi governativi

Pubblicato

il

 

 

I dipendenti del governo del South Dakota non potranno più avere TikTok installato sui dispositivi governativi a causa di problemi di sicurezza.

A causa del nostro serio dovere di proteggere i dati privati dei cittadini del South Dakota, dobbiamo intraprendere questa azione immediatamente“, ha dichiarato il governatore repubblicano Kristi Noem in un comunicato. “Spero che altri Stati seguano l’esempio del South Dakota e che anche il Congresso prenda provvedimenti più ampi“.

La mossa arriva circa un mese dopo che il commissario della FCC Brendan Carr ha dichiarato ad Axios che il Consiglio per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS) dell’amministrazione Biden dovrebbe prendere provvedimenti contro la popolarissima applicazione di proprietà cinese che consente agli utenti di pubblicare brevi video, aggiungendo che pone un “problema di sicurezza nazionale”. “Non credo che ci sia una strada da percorrere se non quella del divieto“, ha dichiarato Carr.

Secondo Axios, TikTok sta discutendo con il CFIUS sulla possibilità di cedere la società ByteDance, un’azienda cinese, a un’azienda americana per rimanere operativa negli Stati Uniti.

Oltre alle preoccupazioni generali per tutte le società di social media, i funzionari statunitensi sono preoccupati per le politiche di raccolta dei dati di TikTok e per il suo rapporto con il governo cinese. Questo ha spinto i senatori statunitensi a chiedere il divieto totale dell’applicazione. TikTok si è detta fiduciosa di poter raggiungere una risoluzione con i funzionari statunitensi che permetta all’app di rimanere nel Paese. -Bloomberg

Mercoledì il Segretario al Tesoro Janet Yellen, presidente del CFIUS, ha dichiarato a una conferenza ospitata dal New York Times: “Penso che ci siano legittime considerazioni sulla sicurezza nazionale“. ”

Nel frattempo, a fine ottobre, il senatore Mark Warner (Dem), a capo della commissione intelligence del Senato degli Stati Uniti, ha ammesso che il presidente Trump aveva ragione riguardo ai rischi per la sicurezza legati all’app video.

In tutto lo spettro politico, i legislatori repubblicani sono in linea con i democratici riguardo a TikTok: “Non c’è da sorprendersi, TikTok è solo un altro strumento invasivo per la Cina comunista per infiltrarsi nelle informazioni personali e proprietarie degli americani“, ha dichiarato il deputato Ken Buck (R-Colo.) a The Epoch Times. “Questa app rappresenta una minaccia molto concreta per la nostra sicurezza nazionale e gli Stati Uniti dovrebbero intervenire con forza per fermare la campagna di spionaggio del PCC“.

In un’altra intervista di ottobre, Tiffany Meier di China-In-Focus ha incontrato Casey Fleming, amministratore delegato dell’azienda di intelligence e strategia di sicurezza BlackOps Partners, che ha dichiarato: “Quello che la gente deve capire è che TikTok è un’applicazione militare.

L’India ha vietato la app nel 2020, in Europa invece viene tranquillamente pubblicizzata…

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito