attualita' posted by

Petrolio: alleanza sud americana può cambiare il mercato degli idrocarburi

 

 

Tre paesi del Sud America – Guyana, Suriname e Brasile – discuteranno entro questa settimana della creazione di una nuova alleanza energetica e della costruzione di infrastrutture comuni per condividere le loro crescenti risorse di petrolio e gas.

I capi di stato di Brasile, Guyana e Suriname discuteranno venerdì, cioè oggi,  di progetti infrastrutturali ed energetici congiunti che darebbero impulso alle economie dei paesi e aiuterebbero il trasporto, le esportazioni e le importazioni di attrezzature petrolifere.

Prima del vertice a tre, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro visiterà il Suriname giovedì e venerdì viaggerà con la sua controparte surinamese in Guyana.

Tra gli argomenti discussi saranno la costruzione di strade, ponti e un porto in acque profonde in Guyana.

“Il porto in acque profonde è una parte importante del nostro programma di trasformazione e vogliamo che il Brasile ne faccia parte”, ha detto a Reuters il ministro degli Esteri della Guyana Robert Persaud all’inizio di questa settimana. “La Guyana offre l’accesso più breve e veloce all’Atlantico per parti significative del Brasile settentrionale”, ha aggiunto. Un porto a acque profonde è necessario per la costruzione di infrastrutture per grandi petroliere e cisterne LNG.

I tre capi di stato dovrebbero anche discutere del progetto Arco Norte, un collegamento elettrico da 3.000 MW per collegare Guyana, Guyana francese, Suriname e Brasile.

Il Brasile è stato a lungo un importante produttore di petrolio in Sud America, mentre Guyana e Suriname sono diventati solo di recente produttori petroliferi importanti.

Uno dei paesi più poveri del Sud America, la Guyana, è diventato uno dei principali detentori di riserve di petrolio e gas nel 2015 quando la ExxonMobil ha trovato petrolio nelle sue acque in quello che si è rivelato essere un blocco con risorse stimate in 10 miliardi di barili equivalenti al petrolio e oltre. Ora la Guyana vuole capitalizzare le grandi scoperte di petrolio e gas nell’ultimo mezzo decennio per costruire un’economia alimentata dalle proprie risorse energetiche.

Anche il Suriname spera di replicare il successo della Guyana. Secondo l’US Geological Survey, il bacino della Guyana-Suriname potrebbe contenere fino a 32,6 miliardi di barili di risorse petrolifere sconosciute, sottolineando l’enorme potenziale di idrocarburi condiviso dai paesi.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal