attualita' posted by

L’INDIVIDUALISMO SPINTO DI LA7 NELL’EPOCA DELLA CRISI DA INDIVIDUALISMO

Questa mattina, dopo tanto tempo, ho avuto la malaugurata idea di guardarmi Omnibus La7.

Oltre a le innumerevoli castronerie che i suoi mediocri ospiti, anche oggi, hanno propinato al prossimo, tipo:

“montano problemi sul Mes (ndr giornale la Voce e i nazionalisti tutti) per mascherare carenza di idee, con Sure e CIG Europea a noi il Mes non serve… Smentisco che il governo lo voglia”

(politico PD)

o

“adesso anche i partiti antieuro capiscono che sto problema del virus va vinto a livello europeo, dove andiamo come italietta?”

(ospite “LESPERTO” ignoto)

ad un certo punto la mitica conduttrice si lancia in un folle proclama globalista:

“perché passare all’autarchia, ad esempio nella produzione del paracetamolo, se poi il prodotto cinese comunque arriva (ad es. Il paracetamolo) e al consumatore questo costa molto di meno?”

E niente, A LA7 PROPRIO NON C’È LA FANNO A RAGIONARE IN TERMINE DI SISTEMA PAESE, nonostante i morti da virus importato, da mancanza di produzione autoctona di mascherine e apparecchi di ventilazione, nonostante le carenze di posti letto in terapia intensiva (da sistematici tagli alla spesa pubblica) , questi continuano A RAGIONARE COL MONONEURONE DELL’INDIVIDUALISMO NICHILISTA.

Il problema è che in certe pososzioni chiave ci mettono persone il cui unico neurone tutte le mattine ripete sstematicamente “sono solo, sono tanto solo!”.

Cosa mai possiamo pretendere da qiesti?

Ad maiora.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed