attualita' posted by

LA GERMANIA SI PREPARA ANCHE MILITARMENTE ALL’EUROBREAK, E L’ITALIA INVECE COSA FA ?

Cari amici

la crisi catalana ha messo ancor più in evidenza l’insufficienza, se non l’inutilità, della costruzione europea attuale. Prima il totale disinteresse per una crisi che non poteva essere vista come il solo problema interno di uno stato, poi con la fuga di Puidgemont in Belgio si è puntato un grosso faro alle incongruenze di una finta federazione in cui i cittadini di aree diverse godono di tutele e diritti diversi per cui, giustamente, si muovono dove i loro diritti, politici o economici, sono più tutelati a scapito degli altri.

Queste contraddizioni porteranno o ad una improbabile evoluzione federale dell’Europa o al suo disfacimento le cui modalità sono per lo meno incerte. Mentre l’Italia balbetta , dorme, si affida a politiche con orizzonti di visione , nella migliore delle ipotesi, settimanali, la Germania prepra piani militari per un’eventuale rottura violenta dell’Europa.

Come riportato dallo Spiegel in questo articolo l’esercito fedeale tedesco ha preparato piani strategici per affrontare le crisi sino al 2040, riassumendo le sfide in 6 diversi scenari. Uno di questi prevede il disfacimento completo dell’Europa, con tutti i paesi di recente entrata che lasciano l’unione, abbandoni anche di paesi fondamentali e quindi caos e confusione. Un scenario invece prevede che paesi dell’est attualmente parte della UE e della Nato passino ad un’alleanza con la Russia, mentre una terza prospettiva invece questi avvicinamenti sono più mediati e legati alle posizioni dei singoli leader.

Il documento dell’esercito tedesco non ci mostra quali siano le strategie applicate nei singoli casi, ma comunque evidenzia come queste situazioni siano tutte plausibili e quindi tutte da prevedere e pianificare. Siamo sicuri che la Germania, al fianco dei piani di carattere militare, abbia predisposto adeguati piani economici e politici. Intanto l’Italia si affida alla Pinotti ed ad Alfano. Sappiamo quindi come arriveremo all’eurobreak.

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog