attualita' posted by

LA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA MANDA A QUEL PAESE LA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA. Afferma la sua prevalenza sul diritto comunitario. La Karlsruhe ha la poliza….

Come riportato da Reuters la Corte suprema di Giustizia  dell’Unione europea (CSGUE) ha dichiarato venerdì che lei sola  ha il potere di decidere se gli organi dell’UE stiano violando le regole del blocco, in un rimprovero indiretto al più alto tribunale tedesco, la Corte Costituzionale, che questa settimana ha respinto parzialmente  con una sua sentenza  gli acquisti di titoli di stato da parte  della BCE.

Ricordiamo che la Corte costituzionale tedesca ha sentenziato che la BCE abbia superato i limiti del  proprio mandato con acquisti di obbligazioni e che la Bundesbank deve abbandonare che la BCE ha agito in stato di necessità, dando un termine di tre mesi a questa operazione. Nella sentenza la Corte di Karlsruhe ha anche sottolineato che la CSUE aveva sbagliato nel proprio lavoro.

La Corte suprema di giustizia dell’Unione europea (CSGUE) ha dato il via libera nel 2018 agli acquisti  della BCE di titoli di stato nel programma QE, che ha mantenuto la zona euro unita dopo la sua crisi del debito, ma la grande immissione di denaro è stata criticata dalla Corte Costituzionale tedesca che ha affermato come la CSUE non ne abbia considerato l’effetto.

Chi vincerà questa gara fra le due massime autorità giurisdizionali? La BundesBank è in Germania e non può fare a meno di obbedire alla  Corte Costituzionale, la quale può forzare l’applicazione di questa normativa, giungendo al caso limite, perfino utilizzando il “Monopolio della Violenza” tipico delle costruzioni statuali. Però questo potere non si estende fuori dai confini della Germania. Nello stesso tempo in una situazione di questo genere la CSGUE non può intervenire o forzare la Bundesbank a seguire le proprie indicazione, ma, nello stesso tempo, l’intero Board della BCE ha già affermato che riconosce esclusivamente il potere della CSGUE e non della Corte Costituzionale europea. Potremmo avere questi risultati:

  • il Board della BCE non risponde alla Corte Costituzionale, ma lo fa la Bundesbank. La risposta viene considerata sufficiente e la storia, per ora , finisce qui, ma si può riproporre in futuro;
  • Tutto va come nel caso precedente, ma la Corte Costituzionale non ritiene sufficienti le giustificazioni. La Corte costituzionale può forzare l’azione della Bundesbank, al limite mandando un ordine ufficiale per cui la BuBa non può più agire nel QE. La Germania praticamente esce dal board della BCE;
  • La BCE non risponde nè ritiene valida la risposta della BuBa, ed allora si rientra nel caso precedente.

Ritengo personalmente più probabile il primo caso, e tutti faranno  finta che nulla sia successo, almeno fino alla prossima volta.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed