Seguici su

Attualità

La Cina investe 1,9 miliardi di dollari per comprare una quota del petrolio brasiliano

Pubblicato

il

 

Il gigante cinese del petrolio e del gas CNOOC ha pagato 1,9 miliardi di dollari alla brasiliana Petrobras per acquistare il 5% del contratto di condivisione della produzione dell’enorme giacimento petrolifero offshore di Buzios, ha dichiarato l’azienda petrolifera statale brasiliana in un comunicato.

Dopo l’entrata in vigore dell’accordo, soggetto all’approvazione del Ministero dell’Energia e delle Miniere brasiliano, Petrobras deterrà l’85% del contratto di condivisione della produzione di Buzios, l’unità di CNOOC CNOOC Petroleum Brasil Ltda (CPBL) avrà il 10% e CNODC Brasil Petróleo e Gás Ltda (CNODC) il 5%, ha dichiarato l’azienda brasiliana.

Il giacimento di Buzios, nel prolifico bacino brasiliano  di Santos, è il bene più prezioso e il più grande giacimento petrolifero di Petrobras e si prevede che rappresenterà circa un terzo della produzione dell’azienda statale nel 2026, ha dichiarato Petrobras nei risultati del terzo trimestre pubblicati all’inizio del mese. Sono previste altre sette fasi di sviluppo in varie aree di Buzios fino al 2027.

Buzios produce più di 600.000 barili di petrolio al giorno e si prevede che in futuro produrrà molto di più, dato che Petrobras sta firmando e ha in programma di firmare altri contratti per le unità di produzione galleggiante, stoccaggio e scarico (FPSO) con cui sta sviluppando il giacimento in acque profonde.

La produzione brasiliana di petrolio e gas ha raggiunto un nuovo record in ottobre, con una media di 4,18 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno (boepd), di cui 3,24 milioni di barili al giorno (bpd) di petrolio e 148,7 milioni di metri cubi al giorno di gas naturale, ha dichiarato la scorsa settimana l’ANP, l’ente di controllo del settore. La produzione di petrolio e gas è stata superiore del 3,2% rispetto al precedente record stabilito a settembre e del 16% rispetto all’ottobre 2021.

La produzione brasiliana dallo strato pre-salt è aumentata del 4,75% a ottobre 2022 rispetto a settembre 2022, raggiungendo i 3,14 milioni di boepd, pari al 75,18% di tutta la produzione di petrolio e gas in Brasile.

Il nuovo governo di sinistra del presidente eletto Luiz Inacio Lula da Silva non avrà una politica interventista nei confronti di Petrobras, ha dichiarato questa settimana un membro della transizione del presidente eletto. Il che significa però anche lasciare le mani libere alla Cina per comprare quote nei principali giacimenti del paese. Pechino non aspettava altro. 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito