attualita' posted by

La BCE non cambierà politica, nonostante l’inflazione in crescita

I responsabili delle politiche monetarie  della Banca Centrale Europea hanno promesso di mantenere “costantemente” lo stimolo quando promettono di ignorare gli aumenti a breve termine dell’inflazione e dei tassi d’interesse nominali, secondo i verbali della riunione del mese scorso. ..

Il conto I risultati della riunione del mese scorso, quando la BCE ha deciso di non modificare le misure di stimolo chiave, ha rafforzato l’impressione degli analisti che la banca centrale voglia evitare grandi cambiamenti di politica per la maggior parte dell’anno. ..

L’inflazione dell’Eurozona e negli USA ha dato recentemente segnali di aumento, e questo ha portato a un aumento dei tassi dei titoli di stato sul mercato secondario sia negli USA sia nel vecchio continente.

Tuttavia, il Consiglio direttivo della BCE ha affermato: “Un aumento temporaneo dell’inflazione non dovrebbe essere scambiato per un aumento permanente, ed è probabile che apparirà solo lentamente”. Quindi la BCE concorda con molti analisti che si tratta solo di una fiammata temporanea, dovuta a un insieme di cause momentanee che si esauriranno nei prossimi mesi.

La banca centrale ha anche affermato: “Tutti gli aumenti dei rendimenti nominali non sono interpretati come un inasprimento irragionevole dei termini di finanziamento e innescano una risposta politica corrispondente .. .. Era l’evoluzione dei tassi di interesse reali che era importante dal punto di vista della politica monetaria. ”

Carsten Brzeski, Global Head delle tendenze macroeconomiche in  ING, ha dichiarato: “La BCE è determinata a non fare nulla per il resto dell’anno, ma i verbali mostrano piuttosto che eventualmente si agirà con un ammorbidimento delle politiche monetarie, piuttosto che ad un cambiamento brusco”.

La BCE ha annunciato che lancerà misure di stimolo all’espansione a dicembre e manterrà “condizioni di finanziamento favorevoli” principalmente attraverso un programma di acquisto di obbligazioni da 1,85 trilioni di euro che continuerà fino a marzo 2022.

Nel frattempo il tasso reale sui Bund tedeschi a gennaio è stato pari a -1,3%, Praticamente il debito tedesco si riduce anche senza fare, letteralmente, nulla.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal