attualita' posted by

INFLAZIONE: Germania ed Italia, malati e morti

 

 

Oggi sono stati pubblicati i dati relativi all’inflazione in Germania ed in Italia, e confermano che, economicamente, siamo nel cuore dell’inverno.

Iniziamo con la Germania:

L’inflazione calcolata su base annua è calata dal 1,4% al 1,2%, contro le aspettative del mercato di un 1,3%. Questo significa che il mese ha visto l’ennesimo calo dell’inflazione , calcolata su base annua, che ha raggiunto il valore più basso dal febbraio 2018.

In Italia va anche peggio:

L’inflazione calcolata su base annua è rimasta allo 0,4%, lo stesso valore che si era registrato a luglio ed ad agosto. Siamo al livello più basso dal 2016, e se c’è stata un po’ di dinamica per i costi del divertimento e dei cibi lavorati, i prodotti agricoli e dei trasporti hanno segnato nuovi minimi. Del resto non si vendono auto e quindi nulla si muove nei prezzi di quel settore. Ricordiamo che l’inflazione, quando legata a componenti interni e non stagionali, quindi non legata ai beni energetici o agricoli, è anche un indice della vitalità del sistema economico, e lo 0,4% significa che siamo un sistema economico congelato, quasi morto. Per fare un confronto l’inflazione media in Italia dal 1960 al 2019 è stata pari al 5,96%.

Aggiungiamo che questi risultati inflazionistici sono avvenuti proprio alla vigilia dell’ultimo intervento della BCE e dimostrano come la politica espansiva sinora applicata non abbia portato a nessun risultato nel raggiungimento dei target inflazionistici. L’opposizione della Bundesbank alla politica espansiva appare ben poco giustificato.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi