attualita' posted by

In Toscana ospedali cartolarizzati per speculare sui profitti del Project Financing. Toscana Rossa, apoteosi della distruzione della sanità pubblica. (di Marco Santero).

Link all’articolo originale
Nella focosa campagna elettorale per le regionali in Toscana una cosa è passata quasi (ne ha parlato solo una candidata “minore”) inosservata, perché parlare di certi argomenti vuol dire mettere in discussione l’intero approccio finanziario su cui da decenni e decenni si è basata l’Italia.

Cioè si deve rinnegare il neoliberismo e globalismo selvaggio imperante come prevede la Costituzione!

Vediamo se riesco a spiegare con un esempio:

Tu, si proprio tu, hai una casa che ha bisogno di una ristrutturazione, ma invece di ristrutturare casa TUA la abbandoni e dai molti più soldi, indebitandoti con le banche, ad un privato che aggiunge solo un quarto del totale per costruire (come pare a lui) una casa nuova che sarà di SUA proprietà per molti decenni, mentre tu gli dovrai pagare un lauto affitto ( e sarà sempre LUI a gestire la casa comprese le pulizie )……..

Tu che stai leggendo accetteresti un contratto del genere?

solo un demente accetterebbe, ma in questo caso i soldi non sono di chi accetta questo contratto assurdo, ma dei cittadini tutti che vengono spennati per decenni!!

Ma raccontiamo un po’ meglio la storia che nessuno vi racconta:

  1. prima di Tangentopoli, quando l’Italia era “tanto…..tanto corrotta e con una liretta “debole…. debole” (che ci aveva fatto diventare la 4 potenza manifatturiera al mondo!) se una regione voleva fare un ospedale chiedeva un prestito alla Cassa Depositi e Prestiti che raccoglie il piccolo risparmio postale.
  2. La Cassa Depositi e Prestiti dava il prestito a tasso basso (rispetto all’inflazione) e con il guadagno remunerava il piccolo risparmio postale: poco ma ultrasicuro perché basato solo su prestiti a stato e enti pubblici.
  3. In questo sistema per “puppare” (per dirla alla Toscana) si dovevano fare tangenti e ruberie varie sugli appalti che però erano basati sul codice degli appalti e quindi rischiosi se un giudice ci si metteva d’impegno a indagare.
  4. La finanza internazionale, davanti a tanta ricchezza accumulata dagli italiani, decide di togliere di mezzo la classe dirigente italiana, corrotta si, ma che sapeva difendere la sovranità italiana ( se ho un orto ci devo mangiare io, mica lasciar fare ad ogni straniero che passa ……come la più sgangherata e idiota delle meretrici che si vende per un tozzo di pane mentre ha i sacchi di farina in casa e se li lascia portar via dagli stranieri dopo che hanno fatto i “loro comodi”)
  5. La magistratura in stile Palamara esegue con grande zelo, l’Italia finisce governata da totali incompetenti a livello Macroeconomico e i risultati li vediamo da decenni……..Sempre peggio!
  6. Ma a questo punto i nuovi politici si ponevano una grave domanda: come si può far “puppare” gli amici e il sistema economico collegato senza rischiare la galera? In sostanza come si possono spolpare A NORMA DI LEGGE i cittadini tenuti nella totale ignoranza dai media finanziati dai politici, sempre da soldi dei cittadini (Canone RAI in bolletta, finanziamenti pubblici alla stampa, ecc.)?
  7. la soluzione diabolica e geniale arriva col project financing (appena sentite un termine inglese per un provvedimento preparate il lubrificante….)
  8. Si prendono tre quarti di denaro pubblico, si aggiunge un quarto di denaro privato (messo dalle banche d’affari come per quello pubblico).
  9. Il privato prepara un progetto come gli pare a lui (su vaghe indicazioni di massima) e la cordata che si aggiudica la concessione gestisce l’intera massa di denaro (centinaia di milioni di euro per la costruzione di uno o come nel caso dell’articolo più ospedali) come se fosse interamente sua e costruisce senza codice degli appalti, perché a tutti gli effetti è un opera privata per tutta la durata della concessione.
  10. Terminata la costruzione l’Azienda Ospedaliera Pubblica (notare il termine Azienda) prende in affitto per 25, 30 o più anni (secondo il contratto) L’Ospedale e paga nel caso specifico 17.000.000 di euro ad Ospedale l’anno ( per 4 fa 68.000.000 l’anno) di euro per un totale pluri miliardario per il privato che in cambio gestisce pure tutti i servizi dell’ospedale, come ben spiegato nell’articolo, comprese le pulizie su cui fare profitto………..le riflessioni le lascio a voi (decine di migliaia di morti l’anno per infezioni ospedaliere saranno un caso?)
  11. Ecco servito il metodo perfetto per “puppare a norma di legge” e infatti la Corte dei Conti, pur censurando l’operato non può fare nulla.

La cosa incredibile è che i politici piddini che hanno fatto questo scempio si sono pure vantati di aver costruito ospedali nuovi in tutta la Toscana, le banche si sono ingrassate sui prestiti e i costruttori concessionari si sono garantiti utili stratosferici per decenni e i toscani li per li erano pure contenti, ma man mano che le tasse aumentano? nulla perché nessuno gli spiega il “giochino”!

Ma l’ingordigia non ha mai fine e perché aspettare tutti quegli anni per incassare il totale e quindi eccoci arrivati all’articolo citato all’inizio:

I concessionari vendono (cartolarizzano in termine tecnico) ad un fondo speculativo la concessione e quindi ora questi ospedali sono a tutti gli effetti proprietà di un fondo che li gestirà per fare il massimo profitto…..è chiara la strada?

Se con i debiti privilegiati che stiamo per fare in diritto estero (Recovery Fund e MES) ci troveremo senza soldi per pagare i canoni d’affitto degli ospedali il fondo ci dirà:

“cari cittadini toscani l’Ospedale è mio, tutti i servizi sono già gestiti da me, licenziate tutto il personale sanitario e amministrativo e io assumerò a contratto privato (meno soldi + lavoro) quella parte di medici e infermieri che mi serviranno……… e voilà la sanità totalmente privata è servita!”

Quindi cari toscani ringraziate adoranti chi vi ha amministrato negli ultimi 20 anni e preparate il portafoglio per il prossimo futuro.

Lo stesso scempio lo vogliono fare nelle Marche, ma dopo lo scempio Toscano finalmente i sindacati CGIL, CISL E UIL (che ha decenni lasciano fare) nelle Marche stanno insorgendo (ma solo per lo sfruttamento dei lavoratori nei servizi gestiti dal concessionario), perché l’intero “giochino” neanche lo capiscono.

Forse le Marche si salvano, da uno scempio analogo, se verranno diffusi a sufficienza questi concetti.

RIBADISCO TUTTO QUESTO E’ PERFETTAMENTE LEGALE DA DOPO TANGENTOPOLI E POI…… C’E’ CHI FREGA IL VOTO DI UN TERZO DEGLI ITALIANI ALL’URLO ONESTA’, ONESTA’, ONESTA’…….E POI SI VENDE AL NEMICO GIURATO PER UN PIATTO DI LENTICCHIE……….DA VOMITO!

Ma come disse Fra Cristoforo: “Verrà il giorno in cui…”


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed