attualita' posted by

IL TERRORE MUOVE LA FED: TAGLIO DEI TASSI, 700 MILIARDI DI QE. La BCE della Lagarde nel frattempo cazzeggia….

La FED  entra pesantemente in campo per sostenere l’economia. Nel terrore di un’altra settimana come quella appena passata e di una chiusura di borsa negativa a due cifre, aggiungendo il panico finanziario a quello che si sta ormai sentendo anche per le strade, il presidente Jerome Powell questa volta ha fatto quello che ci si aspettava:

  • taglio del tassi di riferimento del 1,00%, riportandolo al 0  –  0,25% cosa che non si vedeva da anni, anzi dal 2008. Siamo tornati alla politica dei tassi zero;
  • annuncio di un vero e proprio QE da 500 miliardi di dollari;
  • fornitura di liquidità praticamente senza limiti;
  • percentuale di riserve sugli attivi a zero:
  • linee Swap coordinate con Bank of England, of Japan, Of Canada e BCE.

Se la FED voleva dare uno shock, beh c’è andata molto vicino, ma questo è anche un segno di panico. Per chi volesse leggere tutta la comunicazione della FED la può vedere a questo link.

Manca solo lo sconto dei “Commercial paper”, dei titoli di credito commerciali privati, poi Powell ha sparato veramente a zero , dopo una settimana infernale. Il rischio è però di comunicare panico, invece che controllarlo, come a comunicare di non poter tenere sotto controllo la situazione.

Che farà la Lagarde. Sicuramente non può praticare una politica dei tassi come quella della FED, perchè i tedeschi la metterebbero in croce. Una ripresa del QE potrebbe avvenire solo cambiando le regole di acquisto della BCE, che impongono un acquisto proporzionale dei titoli di stato in base al PIL, e di quelli tedeschi da comprare ormai ce ne sono molto pochi. Quindi o supera questa regola, o dovrà inventarsi qualcosa di diverso, oppure resterà l’unica banca commerciale occidentale a non fare un beneamato nulla.

I mercati hanno preso MALISSIMO la notizia ed il future sul Nikkei , che prima era positivo, è precipitato a -4%. Vedremo il sedici marzo mattina.

Buonanotte


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed