attualita' posted by

HANDELSBLATT: I CORONABOND SONO INCOMPRENSIBILI PER I TEDESCHI

 

 

Fra la visione italiana, ciecamente europeistica, e quella empirica tedesca vi è la stessa differenza che pul esservi fra un fanatico religioso che ancora appoggi la visione tolemaica dell’universo ed uno scienziato scettico: il primo si basa su una credenza, il secondo sui fatti. Questo fa si che le due visioni siano completamente incomprensibili, anzi che le due parti parlino una lingua incomprensibile l’una per l’altra.

Per spiegarvi questa differenza prendiamo un articolo di oggi del quotidiano economico tedesco Handelsblatt, l’equivalente del Sole 24 Ore in Germania.

Già il titolo è signifcativo:

Perché Corona Bonds danneggiano l’Europa

I paesi dell’Europa meridionale chiedono l’introduzione di obbligazioni comuni nella crisi della corona. Tuttavia, questi portano a un  asset economico senza senso passata l’epidemia.
a) I TEDESCHI TEMONO CHE I TITOLI COMUNI, EURO BOND, DIVENTINO PERMANENTI:
“I Coronabond sono destinate esclusivamente a raccogliere fondi per aiutare i paesi membri dell’Unione monetaria nella lotta contro il terribile virus, ma una volta introdotti, questi legami minacciano di diventare permanenti”. I tedeschi (e gli olandesi, austriaci e finlandesi) sono assolutamente contrari ad ogni obbligazione in comune ed affermano che domani potrebbero esserci emissioni per combattere la disoccupazione, il cambiamento climatico etc. Anche la BCE non avrebbe dovuto comprare titoli di stato, quando lo ha fatto una tantum non ha più smesso.
b) GLI ITALIANI NON HANNO PROBLEMI NEL COLLOCAMENTO DEL PROPRIO DEBITO:

“I sostenitori delle obbligazioni corona ritengono che il debito debba essere reso unitario perché altrimenti i paesi fortemente indebitati perderanno l’accesso al mercato dei capitali, ma l’Italia non ha problemi a collocare i propri titoli. I rendimenti obbligazionari italiani rimangono bassi. La Banca centrale europea (BCE) ha acquistato titoli di Stato su tutta la linea per anni e ha recentemente aumentato di nuovo il volume di tali acquisti di un gigantesco 750 miliardi di euro. Al culmine della crisi del debito sovrano, nel 2012 ha anche annunciato che avrebbe acquistato obbligazioni illimitate dagli Stati membri in difficoltà, di cui alla fine tutti gli azionisti della BCE sarebbero responsabili se il peggio fosse il peggio”. Perchè dare torto ai tedeschi ? Se la BCE ci appoggia (e questo dovrebbe essere il nostro principale interesse, o predisporre dei mezzi alternativi alla BCE) perchè non dovremmo piazzare dei nuovi BTP? del resto i tedeschi lo stanno facendo.

c) BRUXELLES NON HA MOLTA INFLUENZA SULLE POLITICHE ECONOMICHE NAZIONALI. “In definitiva, le obbligazioni comuni non funzionano perché l’Unione monetaria europea non è uno stato in grado di controllare adeguatamente la gestione finanziaria dei suoi enti locali e ha i suoi cittadini. Puoi pentirti di ciò, ma non puoi cambiarlo rapidamente”. Bruxelles ha un controllo sui bilanci nazionali, ma non completo.

d) SI DA SPAZIO AI POPULISMI, GIA’ FORTI , NEI PAESI DEL NORD EUROPA:  Le obbligazioni comuni danneggiano l’idea europea e destabilizzano l’unione monetaria a lungo termine. Gli Olandesi sono fermamente contrari a livello parlamentare ai coronabond. Obbligarli a digerire questa mossa non farebbe che regalare spazi, già enormi, ai partiti antieuropei.

Il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz ha giò detto più volte che porrà il veto ai coronabond, dal suo punto divista con ragione. Chi lo spiega a Gualtieri e Conte?

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed