Seguici su

Attualità

Germania: razionamento del gas se le scorte scenderanno al di sotto del 40%

Pubblicato

il

 

La Germania potrebbe essere costretta a prendere misure drastiche, come il razionamento del gas, se i livelli di gas in deposito scenderanno al di sotto del 40% entro il 1° febbraio del prossimo anno, secondo l’Agenzia Federale Tedesca per le Reti, che adotterà tali misure se necessario.

I siti di stoccaggio del gas in Germania erano pieni al 99% all’inizio della stagione di riscaldamento e con l’arrivo del freddo a novembre. Al 23 novembre, lo stoccaggio di gas in Germania era pieno al 98,95%, secondo i dati di Gas Infrastructure Europe. I prelievi di gas sono ora destinati ad accelerare con l’avanzare dell’inverno.

Se i livelli di stoccaggio del gas scenderanno al di sotto del 40% entro il 1° febbraio, questo sarà considerato un livello critico, ha dichiarato venerdì Klaus Müller, presidente dell’Agenzia Federale Tedesca per le Reti, Bundesnetzagentur. Il livello critico di stoccaggio del gas potrebbe innescare un’ulteriore spinta verso il risparmio energetico forzato in Germania, compreso un possibile razionamento del gas. Allo stato attuale sembra improbabile che si possa raggiungere questo livello, visto che siamo al massimo delle riserve degli ultimi anni:

La Germania si trova attualmente in una fase di allerta di secondo livello e potrebbe passare a un livello di emergenza di terzo se le scorte di gas dovessero scendere a livelli critici. Comunque è previsto che scatti una soglia di attenzione rafforzata se le scorte scendessero fra il 40% e il 55%.

Il regolatore energetico tedesco insiste sul fatto che sono necessari “significativi” risparmi di gas e di energia per evitare un inverno di razionamenti e di emergenza gas. Le famiglie, l’industria e le imprese devono ridurre i consumi di almeno il 20%, ha detto il capo del regolatore Müller in ottobre. La Germania potrebbe non essere in grado di evitare un’emergenza gas quest’inverno se tutti i consumatori non ridurranno in modo significativo i consumi della più grande economia europea, hanno dichiarato più volte il regolatore e il suo presidente dall’estate. Nel 2022, nonostante tutti i tentativi in senso opposto, la Germania ha visto un aumento, non un calo, nel consumo del gas.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito