attualita' posted by

Filippine: Duterte testa il vaccino russo e pronti alla produzione di massa

Un paio di giorni dopo che il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte si è offerto volontario per prendere una  dose come test del vaccino approvato dalla Russia (dopo che il presidente Vladimir Putin ha affermato che una delle sue due figlie adulte ha ricevuto un ciclo di vaccino durante “l’esperimento”), le Filippine hanno ufficialmente ha accettato di eseguire prove cliniche di “Sputnik V” e, in caso di successo, sarebbe stato registrato per l’uso all’interno del paese entro aprile 2021.

Giovedì un portavoce di Duterte ha detto giovedì che i test clinici inizieranno ad ottobre e, se avranno successo, il vaccino “Sputnik V” sarà registrato per uso pubblico entro aprile o maggio 2021, secondo il FT.

Questo, anche dopo che il dottor Scott Gottlieb, l’ex capo della FDA  ha detto alla CNBC che ” non lo prenderei “, riferendosi al vaccino russo, spiegando che il” vettore dell’adenovirus “favorito dai Russi è simile al candidato di CanSino, che, ha affermato Gottlieb, non ha prodotto molti dati promettenti.

Tuttavia, questa tecnologia viene utilizzata anche dalla partnership dell’Università di Oxford / AstraZeneca, che ha recentemente pubblicato alcuni dati promettenti che hanno ispirato un rally del mercato. Tra l’altro si parlava di un possibile hacking russo e i dati di Astra Zeneca, ma in realtà i russi hanno affermato i lavorare su un vaccino basato su adenovirus da ben prima della crisi Covid-19.

La situazione nelle Filippine è preoccupante, con diverse  ondate che si sono susseguite con aperture troppo anticipate o superficiali e con un’economia, basata anche sul turismo straniero, in gravissima crisi. Come per il Brasile c’è una necessità di un vaccino, anche per dare speranza ad una popolazione fisicamente allo stremo.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed