attualita' posted by

ESCLUSIVO PER SCENARIECONOMICI, IL VERBALE DELL’ISPEZIONE CONSOB SU POPOLARE DI VICENZA

 

Grazie al continuo impegno dell’associazione NOI CHE CREDEVAMO NELLA BPVI ED IN VENETO BANCA,  che con grandi sforzi economici indaga sulle vicende delle banche “Salvate” , siamo riusciti a consultare il verbale di ispezione della CONSOB in BPVI del febbraio 2016.

 

Premessa: è un documento rilevante, di oltre 350 pagine Un tomo pesante, ma pieno zeppo di dati e di NOMI. Infatti la relazione identifica i principali casi di violazione delle norme e di grave irregolarità della banca.  Il lavoro degli ispettori CONSOB va abbastanza in profondità Vediamo i filoni indagati:

  • LA VENDITA DELLE AZIONI PROPRIE,   sia degli aumenti di capitale, sia del mini aumento di capitale tramite obbligazioni convertibili, sia delle azioni che erano nel fondo riacquisto azioni proprie, che avrebbe dovuto mantenere in vita il mercati interno fra azionisti. La relazione affronta  in profondità TUTTO LO SCHEMA DI INCENTIVAZIONE DEI DIPENDENTI PER AREA E PER CATEGORIA . La banca, in spregio alle norme di riservatezza, forniva ai funzionari i dati relativi ai clienti per quanto riguardava ricchezza mobiliare e titoli in scadenza, incentivando con grassi incentivi e con obiettivi aziendali elevati per area e per filiale, la vendita delle azioni proprio. L’interesse dei risparmiatori è stato completamente e totalmente ignorato, anzi quasi sbeffeggiato, da un’attività commerciale completamente illecita e, sinceramente , immorale;
  • Si affronta il tema dei finanziamenti “Baciati”, sia quelli completi, dove il finanziamento viene a coprire completamente l’acquisto di azioni proprie, sia quelli parziali, sia gli impegni della banca allo storno degli interessi. Vi era una vera e propria tabella che prevedeva la possibilità di storno degli interessi per chi aveva riacquistato le azioni proprie 
  • Esiste una lista piuttosto completa di chi ha ricevuto le lettere di garanzia per il riacquisto delle azioni nel 2015, quando già la situazione iniziava a traballare 
  • Esiste una  lista completa dei finanziamenti “Baciati” cioè per il riacquisto azioni, tutti dati certificati CONSOB e quindi passati in mano alla procura..
  • La CONSOB fa anche pelo e contropelo alle famose valutazioni dei valori azionari del Prof. BINI , con criteri di valutazione definiti dai proff. Manzonetto e Mazzola . Non è stata mai fatta nessuna selezione dell’esperto per la valutazione del valor della banca ma Zonin ha indicato Bini  da subito, nel 2011, con mandato scadente nel 2013, ma prolungato al 31/12 2014 da delibera del CdA del marzo 2015 , quando si sapeva che le azioni si sarebbero dovute svalutare. Il compenso per la valutazione 2014 è stato di 250 mila euro. Bisogna dire che BINI utilizzò diversi criteri, che diedro risultati diversi  a partire dal 2011, ma comunque tutti basati su informazioni interne alla banca, acquisite tramite Sorato e la direzione,  senza alcuna verifica diretta dei dati 

Un documento di grandissimo interesse, che noi continueremo a studiare, ma dal quale traiamo le seguenti indicazioni:

  • nel “Salvataggio” della banca si è voluto tutelare il personale che era profondamente coinvolto nell’attività di vendita di azioni ad un valore sopravvalutato Nessuno nella banca si è mai chiesto la ragione degli incentivi che gli venivano forniti per vendere le azioni ?
  • la CONSOB ha svolto questa attività ispettiva nel 2016, ma dove era mentre si svolgevano gli aumenti di capitale del 2013 e del 2014? L’azione è stata corretta, ma tardiva- Perchè l’ente di controllo non è intervenuto MENTRE si svolgevano le operazioni di aumento di capitale? Il risultato dimostra che era possibile scoprire i comportamenti irregolari dell’istituto. Se questo fosse avvenuto nel 2013 o nel 2014 forse si sarebbe potuto evitare l’azzeramento delle banche.

Purtroppo questo non è accaduto, e si sono visti i risultati.

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog