Seguici su

Attualità

ENI annuncia grossa scoperta di gas in Egitto

Pubblicato

il

La major italiana del petrolio e del gas Eni ha annunciato una nuova scoperta di gas al largo dell’Egitto, nel pozzo di esplorazione nargis-1. Il pozzo è stato perforato in un’area di concessione che Eni condivide con Chevron, che è l’operatore del progetto di esplorazione con una quota del 45%. Anche l’Eni ha una partecipazione del 45% nella concessione.

Il Mediterraneo orientale è diventato un punto caldo per l’esplorazione del gas dopo diverse scoperte significative, tra cui il gigantesco giacimento di Zohr in Egitto, scoperto anche da Eni. L’Egitto ha circa 2,21 trilioni di metri cubi di riserve accertate di gas e ha prodotto oltre 95 miliardi di metri cubi nel 2021. Il solo Zohr produce oltre 2,7 miliardi di metri cubi di gas al giorno. Le sue riserve sono stimate in 850 miliardi di metri cubi di gas naturale.

Negli ultimi otto anni, la produzione di gas dell’Egitto è cresciuta del 66%, con un aumento dei ricavi da esportazione di 13 volte. L’anno scorso, le esportazioni di gas naturale liquefatto del Paese hanno superato gli 8 milioni di tonnellate, la maggior parte delle quali è stata inviata all’Europa, affamata di gas. Si tratta di risorse importantissime per un paese che presenta una bilancia commerciale costantemente negativa.

Sempre l’anno scorso, l’Egitto e Israele hanno firmato un accordo di cooperazione con l’Unione Europea, con l’obiettivo di assicurare all’Europa una maggiore quantità di gas del Mediterraneo orientale e di far partecipare più aziende europee all’esplorazione del gas nella regione.

Alla fine dello scorso anno, il governo egiziano ha annunciato una gara d’appalto per petrolio e gas che coinvolge sei blocchi offshore e sei blocchi onshore nel Delta del Nilo e nel Mediterraneo. La scadenza era fissata per il 30 aprile di quest’anno.

Il mese scorso, l’Egitto ha annunciato una scoperta di gas nella sua sezione del Mediterraneo, in un blocco gestito da Chevron. La scoperta potrebbe contenere circa 3.500 miliardi di piedi cubi di gas naturale. Il paese si avvia ad essere uno dei maggiori fornitori di gas naturale dell’Europa mediterranea.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito