attualita' posted by

CRIPTO: ICO, TETHER, E NEWS

Cari amici

ecco qui a parlare ancora di criptovalute, e cercheremo di trattare alcuni temi spinosi. Chi  segue Scenari Economici avrà letto l’articolo di comparazione funzionale fra Bitcoin ed euro,  che non ho inviato al canale telegram perchè più di economia generale che specificamente sulle criptovalute. Però oggi diamo un’occhiata a qualche ICO ed a diverse news, anche importanti.

ENVION: Envion è una ICO che ha avuto un’idea particolare. Come sappiamo nel mining PoW il costo principale è dato dall’energia, sia per i processori sia per il raffreddamento . Envion avrebbe quindi avuto un’idea geniale, o dall’apparenza geniale. Ottimizzare e standardizzare i moduli di  mining, con unità GPU ed ASIC, in modo tale da poter essere spostati dove è più conveniente minare. Le unità possono essere anche utilizzate in remoto, senza la presenza in loco di personale.

La ICO non è per niente piccola, sono 150 milioni di token da un dollaro l’uno, venduti in 4 round con sconto massimo del 30% al primo round, che inizia il 1 dicembre. 83% dei token sono redistribuiti.

Quello che ci lascia perplessi è in parte l’idea. Mi spiego: sicuramente queste persone saranno specializzate ed ottimali nella realizzazione dei  server e di server farm, e sicuramente li sanno gestire bene, ma realizzare una ICO per installare una server farm nel deserto di Atacama (Chile) mi sembra, francamente , eccessivo, soprattutto se studio una ICO ad hoc. L’attività di mining, come da loro intesa con lo sfruttamento delle risorse soprattutto rinnovabili,  viene ad essere ottimale in poche aree del mondo, perchè richiede località assolate e fresche. La California, ad esempio , produce effettivamente una grande quantità di energia solare ed eolica, ma le zone dove questo avviene hanno la spiacevole caratteristica di essere essere spiacevolmente calde, quindi inadatte ad installarvi una server farm che, per sua natura, deve dissipare calore. Inoltre vi è il fatto che il progressivo sviluppo di mining PoS al posto del mining PoW rischia di essere limitativo. Infine la ICO è veramente di grandi dimensioni. Terminiamo dicendo che il 161% di Return on investment è raggiungibile solo come CAGR pluriennale con rivestimento, e non tutti magari sono disposti a lasciare i propri soldi per così tanto su questo progetto.

Per questo, pur augurando la massima fortuna al progetto, ne rimaniamo un po’ scettici.

IL CASO TETHER – BITFINEX

Chi segue regolarmente il nostro bollettino sulle criptovalute ha già letto più volte sui nostri dubbi su Tether ed in mai chiariti legami con l’exchange Bitfinex.  Bitfinex e Tether sono legati da una partecipazione che non è chiara. Bitfinex afferma che non ci sono legami diretti, se non una partecipazione del 15% in Tether, però è davanti gli occhi di tutti che Tether ha avuto un andamento incredibilmente particolare.

Tether è stato molto comodo per Bitfinex per superare l’esclusione dalle banche USA, esclusione avvenuta per irregolarità dell’exchange. Bitfinex non ha mai voluto veder certificati i propri scambi, come Tether non ha mai fatto certificare i propri versamenti. Quindi siamo in presenza di una bella nuvola di incertezza. Se volete trovare delle lamentele su Bitfinex, basta cercarle, trovando dati anche risalenti al passato.

La voce dell’insolvenza di bitfinex è in giro, come vedete, da oltre un anno, ed il fatto che tether non sia certificato, per cui possa agire con una riserva frazionaria non aiuta di certo.  L’aggiunta di un “Hack” che avrebbe fatto sparire 30 milioni di dollari non dà una bella impressione ed il fatto che il sito, in questo momento, faccia fatica a gestire le domande completa un quadro non roseo.

Potrebbe essere uno scam ed Bitfinex / Tether sparire nel nulla sile Mt Geox ? Si..

Potrebbe essere un FUD ? Si, anche perchè, se fate una ricerca, noterete che molti articoli sono a pagamento……. Le voci non sono nuove, partono da settembre.

Tether è amministrato da gente poco chiara ? SENZA DUBBIO! Parliamoci chiaro , basterebbe pubblicare un estratto conto per togliere tutti i problemi sia a Tether sia a Bitfinex. LA TRASPARENZA E’ SEMPRE LO STRUMENTO MIGLIORE. Comunque se veramente Bitfinex saltasse avremmo un crollo devastante di Bitcoin. Comunque meglio essere fuori da bitfinex, anche per il bene di tutto il sistema delle criptovalute: più piccolo è bitfinex, meno danni può fare un suo crollo, ed è meglio usare lo strumento dell’educazione verso la trasparenza, in ogni caso.

ETHEREUM: uno dei punti deboli di Ethereum è il fatto che per programmare in solidity, che è un linguaggio proprietario e quindi poco conosciuto. Per questo è tato introdotto ETHSHARP, un compilatore che è in grado di convertire C# in Solidity. Questo apre la possibilità di programmare ETH anche a moltissimi programmatori che hanno studiato C#, e questo allargherà la platea di utilizzatori di ETH.

NEO PUMP AND DUMP ? Neo negli ultimi 7 gg ha avuto un po’ di volatilità, lefgata anche ad un boom dei volumi.

 

 

Si tratta di Pump and ? Possibile, ma basata su fatti veri. NEO si sente finanziariamente così forte da aver garantito il rimborso dalla ICO anche ai non cinesi che hanno partecipato, e questo è un dato positivo. Bisogna anche dire che ieri è stato annunciato il lancio di una piattaforma di trading e pagamenti basata su NEO, che quindi cessa di essere un progetto teorico.

 

D’altro canto NEO è uno dei tanti “Service Coin” in grado di gestire smart contract ed alla fine ne resteranno meno degli attuali. Buona guerra e che resti solo il migliore.

NEM : Nem ha una potenzialità che è stata poco sfruttata sinora ,cioè quella di riuscire ad interagire con la IoT, la Internet of Things. Questo collegamento è possibile tramite ioNEM, un progetto piuttosto recente, anche se basato sul Apostile (di cui qui potete leggere il whitepaper) che permette di creare delle sotto-blockchain “Colorate”. Si tratta di un proetto molto importante per il peso che avrà in futuro la IoT che mette NEM in concorrenza diretta con IOTA ed il suo Tangle.

Grazie a tutti per la pazienza. Aggiungiamo solo un piccolo extra.

Sta sviluppandosi una comunità italiana interessata alle criptovalute, Koinsquare. Anche io ne sono entrato a far parte. Utilizza una piattaforma particolare, Discord, e qualche volta, quando non sono troppo fuso, mi potete trovale lì.

Ecco la pagina del gruppo relativo in Facebook: Koinsquare

invece ecco il canale telegram del nostro criptobollettino: https://t.me/TWOCBLConsulting

 

 

 

 

 

 

 

loading…


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog