attualita' posted by

Cd24: 93% degli ospedalizzati per Covid-19 curati in pochi giorni

 

Infine, sembra che il mondo potrebbe essere sul punto di ottenere un farmaco terapeutico effettivamente efficace nell’aiutare i pazienti infetti da COVID. Ma probabilmente non sentirete nulla di quest’ultima svolta dai media americani ed europei che hanno dedicato tutto il loro impegno ai vaccini.

 

Secondo un rapporto del Jerusalem Post, circa il 93% dei 90 pazienti affetti da coronavirus e gravemente malati trattati in diversi ospedali greci con un nuovo farmaco sviluppato da un team del Sourasky Medical Center di Tel Aviv è stato dimesso in cinque giorni o meno durante lo studio di Fase II del test di la nuova terapia. La terapia è stata  sperimentata in Grecia perchè, quando iniziato il trial , non ci erano abbastanza ammalati gravi ospedalizzati in Israele.

Lo studio di Fase II ha confermato i risultati della Fase I, che è stata condotta in Israele lo scorso inverno. Lo studio ha rilevato che 29 pazienti su 30 in condizioni da moderate a gravi guariscono in pochi giorni, mentre non sono stati ancora rilevati casi di effetti collaterali gravi.

“L’obiettivo principale di questo studio era verificare che il farmaco fosse sicuro”, ha affermato il prof. Nadir Arber. “Fino ad oggi non abbiamo registrato alcun effetto collaterale significativo in nessun paziente di entrambi i gruppi”.

Il processo è stato condotto ad Atene perché Israele non aveva abbastanza pazienti malati. Il ricercatore principale è stato identificato come il commissario greco per il coronavirus, il prof. Sotiris Tsiodras.

Arber e il suo team hanno sviluppato il farmaco attorno alla molecola che il professore studia da 25 anni chiamata CD24, che è naturalmente presente nel corpo.

“È importante ricordare che 19 pazienti su 20 COVID-19 non hanno bisogno di alcuna terapia”, ha affermato Arber. “Dopo una finestra di 5-12 giorni, circa il 5% dei pazienti inizia a peggiorare”.

Ormai, anche i profani possono capire che il motivo per cui i pazienti COVID  peggiorano e finiscono in ospedale  è dovuto a una naturale reazione corporea a qualcosa chiamato tempesta di citochine. La tempesta di citochine si verifica perché il sistema immunitario del corpo diventa balistico. In molti casi, la reazione contribuisce effettivamente alla morte o alla grave malattia del paziente. La nuova terapia agisce sopprimendo questa reazione utilizzando la proteina CD24.

“Questa è medicina di precisione”, hanno riferito i ricercatori. “Siamo molto felici di aver trovato uno strumento per affrontare la fisiologia della malattia”.

“Gli steroidi, ad esempio, spengono l’intero sistema immunitario”, ha ulteriormente spiegato. “Stiamo bilanciando la parte responsabile delle tempeste di citochine utilizzando il meccanismo endogeno del corpo, ovvero gli strumenti offerti dal corpo stesso”.

Quest’ottima notizia sarà nascosta perché non sufficientemente redditizia per il Big Pharma, oppure finalmente riusciremo a riportare il Covid al livello di ogni altra malattia curabile, se non altro dal punto di vista dei principali sintomi, quelli che poi danneggiano i polmoni e gli altri organi. AIFA ed EMA , come accaduto finora, continueranno a ignorare la terapia?

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal