Seguici su

Attualità

Biden ci riscasca: altri sei documenti segreti nella sua casa di Wilmington

Pubblicato

il

Il Dipartimento di Giustizia ha trovato “sei oggetti che consistono in documenti con segni di classificazione” durante una perquisizione di venerdì nella casa del presidente Joe Biden a Wilmington, nel Delaware, secondo una dichiarazione rilasciata sabato dagli avvocati personali del presidente.

Sono stati trovati anche appunti del periodo in cui Biden era senatore e del suo mandato di vicepresidente, secondo la dichiarazione dell’avvocato di Biden Bob Bauer, che strategicamente esordisce con “abbiamo collaborato pienamente”.

La perquisizione è durata dalle 9:45 alle 22:30 di venerdì, durante la quale erano presenti i membri del team legale personale di Biden e i membri dell’ufficio dei consulenti della Casa Bianca, secondo la dichiarazione.

Il DOJ ha anche prelevato del materiale “per un ulteriore esame”.

I nuovi documenti rappresentano l’ultimo sviluppo dello scandalo dei documenti classificati trovati in luoghi non autorizzati utilizzati da Biden. Il primo gruppo di documenti è stato scoperto all’inizio di novembre, il giorno prima delle elezioni di midterm, presso il Penn Biden Center.

A dicembre sono stati trovati altri documenti classificati nella sua casa di Wilmington, nel Delaware, e all’inizio di questo mese è stata rinvenuta un’altra serie di documenti nella stessa casa.

Il Dipartimento di Giustizia non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. In precedenza i funzionari del Dipartimento avevano preso in considerazione l’ipotesi di far monitorare agli agenti dell’FBI una ricerca di documenti riservati da parte degli avvocati di Biden nelle sue case, ma hanno deciso di non farlo, sia per evitare di complicare le fasi successive dell’indagine, sia perché gli avvocati di Biden avevano consegnato rapidamente una prima serie di documenti e stavano collaborando, come ha riferito il Journal questa settimana.

Alcuni funzionari delle forze dell’ordine avevano discusso la possibilità di chiedere al team di Biden il consenso a far perquisire la proprietà dall’FBI. I funzionari non hanno fatto subito questo passo, in parte per preservare la loro libertà di adottare una linea più dura in seguito, anche eseguendo un mandato di perquisizione, ha riferito il Journal.

Invece, le due parti hanno concordato che gli avvocati personali di Biden avrebbero ispezionato le case, notificato al Dipartimento di Giustizia non appena avessero identificato altri documenti potenzialmente classificati e organizzato il prelievo da parte delle forze dell’ordine. -Wall Street Journal

Complimenti agli avvocati di Biden che avevano cercato in casa e detto di non aver trovato nulla. Fosse capitato al team di Trump sarebbero stati arrestati tutti dalla FBI.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito