attualita' posted by

Barr prepara la sorpresa di Ottobre? Il terrore negli occhi dei Dem…

Pop art comic book panel with man in a panic with terrified eyes and face staring at something shocking or dreadful vector illustration

Lo scorso mese  il procuratore generale William Barr si è rifiutato di impegnarsi   a non pubblicare eventuali nuovi rapporti del investigatore speciale John Durham prima delle elezioni di novembre. Ricordiamo che John Durham è colui che sta indagando sugli intrighi di CIA, FBI, Clinton, democratici, Mifsud etc per bloccare e depotenziare il neoeletto Trump nel 2016, compiendo reati che arrivano al tradimento.

I DEM sono andati nel panico totale. Che cosa salterà fuori ad ottobre in grado di far saltare le elezioni di Joe Biden che, ricordiamolo, come vice di Obama non poteva essere completamente all’oscuro delle trame del “Deep State” per far cadere Trump. Che Barr e Durham abbiamo le prove di un suo coinvolgimento diretto coi servizi segreti di altri paesi per rovesciare un Presidente eletto?

Per depotenziare questa bomba atomica ottobrina i democratici si sono mossi alla camera cercando di far partire un’indagine sulle indagini (scusate la ripetizione) del Dipartimento di Giustizia (DoJ), mettendo in dubbio l’autorità legale dell’indagine.

“Il procuratore generale Barr ha segnalato ripetutamente che probabilmente consentirà al Dipartimento di Giustizia di intraprendere azioni giudiziarie, rendere pubbliche rivelazioni e persino pubblicare rapporti prima delle elezioni presidenziali di novembre. Tali azioni sembrano chiaramente intese a beneficiare politicamente il presidente Trump “, hanno scritto i Democratici.

I repubblicani della magistratura della Camera hanno evidenziato che i democratici sono “assolutamente terrorizzati” dall’indagine di Durham, poiché “sanno che Barr e Durham stanno ripulendo ciò che il DOJ di Obama / Biden ha lasciato”, aggiungendo “E i risultati non saranno belli per loro . “

In un’intervista del 13 agosto, Barr ha detto di aspettarsi sviluppi “significativi” dalle indagini prima delle elezioni. Giorni dopo, l’ex avvocato dell’FBI Kevin Clinesmith si è dichiarato colpevole di aver fabbricato prove utilizzate per ottenere mandati di sorveglianza sull’ex consigliere di Trump Carter Page. Clinesmith, che ha lavorato sia all’indagine e-mail di Hillary Clinton che all’indagine Russiagate, faceva parte del team del consigliere speciale Robert Mueller e ha interrogato il consigliere della campagna di Trump George Papadopoulos.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed