attualita' posted by

Il Giappone “Verde” torna al …. nucleare

Si allunga la lista delle nazioni che si affidano al nucleare per diventare “Verdi”. Venerdì scorso, il Giappone ha adottato una nuova politica energetica che è stata poco notata, ma che segna un cambiamento significativo per un paese che ha visto il disastro di Fukushima.

Ecco il piano come presentato da Associated Press:

Il Giappone rimasto indeciso su cosa fare del suo settore dell’energia nucleare dal disastro della centrale di  Fukushima del 2011. Ora si afferma che i riavvii dei reattori siano per soddisfare gli obiettivi di emissioni dato che  il Giappone cerca d’intensificare nello sforzo globale contro il cambiamento climatico“,

Fumio Kishida, che sostituisce il primo ministro Yoshihidide Suga, è ufficialmente “un supporter del riavvio degli impianti nucleari”, le note del rapporto.

Come puoi vedere dal grafico sottostante, la capacità di energia nucleare azionabile del paese è diminuita negli anni successivi all’incidente del 2011, dopo essere aumentata costantemente nei 4 decenni precedenti.

Il rapporto AP ha continuato:

Il piano mantiene l’obiettivo per la potenza nucleare invariata al 20-22%. Il Giappone afferma che mira a ridurre la sua dipendenza dal potere nucleare il più possibile, ma che questo e rimarrà un’importante fonte di energia. Gli esperti dicono che è improbabile che una fase fuori è improbabile in qualsiasi momento presto.

Il ministro dell’Economia e del settore Koichi Hagiuda ha detto “risparmio energetico, promozione massima di rinnovabili e riavvii sicuri dei reattori nucleari” sono fattori  fondamentali della politica energetica del paese.

L’utilizzo del nucleare continuerà nonostante il fallimento clamoroso dell’impianto a plutonio, “Fast breeder” di Monju, che dopo anni di fallimenti, incidenti e polemiche è stato definitivamente chiuso nel 2017. Al contrario in futuro, oltre agli impianti riavviati di grosse dimensioni, ci si affiderà a progetti di piccoli reattori modulari, come succede nei piani di altri paesi.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal