attualita' posted by

Nuvole e dubbi sulla morte di Buonanno

 

IMG_6019

Dopo gli incidenti a Farage (scampato) e Haider (morto), la notizia dell’incidente stradale mortale di Buonanno era la terza che riguardava un violento oppositore della politica europea.
Per questo merita una certa attenzione la dinamica con cui è stata trattata la notizia  e le contraddizioni con cui è stata descritta. L’impressione generale tratta dalle informazioni  televisive sembravano indicare che Buonanno si fosse schiantato su un’auto di inglesi ferma in corsia di emergenza su un tratto poco frequentato della Pedemontana. Da quello che possiamo vedere ora sappiamo che non può essere andata così.

Prima di tutto l’immagine del cadavere dell’euro parlamentare disteso fuori dall’autovettura sembrerebbe invece confermare la prima versione diffusa secondo cui era stato investito dopo essere sceso dalla macchina.
In secondo luogo c’è una stranezza nello stato della sua macchina, il cui frontale è distrutto, ma il cui abitacolo è così intatto da permettere l’apertura manuale senza difficoltà delle portiere. In un urto mortale in cui il maggiolino di Buonanno avrebbe scagliato in avanti di 50 metri una ben più pesante Mercedes non dovrebbe essere così.
Ultimo particolare la macchina spinta in avanti avrebbe attraversato un paletto di ferro che invece è intatto e si trova tra lei e la vettura incidentata  di Buonanno.

Non sappiamo cosa sia successo, ma sicuramente non è stato un investimento in piena velocità di un’auto ferma, probabilmente per ricostruire credibilmente la scena manca una terza vettura. Aspettiamo di conoscere il prontuario dei rilievi sull’incidente.
Non sappiamo nemmeno perché www.newbiella.it, mostrando indubbie doti di preveggenza, o grande vocazione a pasticciare, ha annunciato l’incidente alle 10.50 del mattino quando esso è poi avvenuto nel pomeriggio.

 

13407124_1767992936776063_4518879531924905832_n

 

1

1 Comment

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog