attualita' posted by

“Buone notizie” la disoccupazione (ufficiale) è in calo, ma…

economia-2016-01-disoccupazione-italia-big
Sembrerebbero buone notizie, la disoccupazione (dati Istat) scende dal 11,7% dell’ultimo trimestre 2014 al 11,5% dello stesso periodo del 2015 e all’ 11,9% nella media del 2015. Ma la cosa che lascia perplessa è che ad un calo della disoccupazione, (sempre entro i limiti del NAIRU ovvero quel tasso che non genera inflazione per non erodere competitività già distrutta dalla moneta rigida stimata ad una soglia dell’11%) vi è anche un aumento del numero dei senza lavoro, saliti a gennaio di quest’anno a 2.950.000.

italy-unemployed-persons
Ciò significa che il tasso ufficiale di disoccupazione ufficiale si basa esclusivamente sul numero di conversioni dai vecchi ai nuovi contratti e non sulla creazione di nuovi posti di lavoro.
Anche l’occupazione è aumentata ma le ore lavorate per dipendente sono in calo.
Ciò significa che la disoccupazione, ufficialmente cala grazie a:
1) Conversioni contratti dovuti al Jobs Act.
2) Maggiori lavori part time, quindi più persone lavorano ma meno ore e quindi salari più leggeri, quindi più competitivi nella logica della svalutazione interna non potendo flessibilizzare la moneta.
ore lavoratete
3) Inattivi, anche se sono leggermente in calo su scala nazionale, ma se prendiamo in esame donne e meridione, il dato aumenta.
Costoro sono dei senza lavoro che non rientrano nel computo del calcolo ufficiale della disoccupazione.
Una cosa è sicura, che finchè non avremo un’inflazione di almeno del 2% ed un tasso di disoccupazione sotto il 10% di miglioramenti non ce ne saranno per l’economia reale anche se gli spread saranno bassi.

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog