attualita' posted by

VIDEO: COME LA CINA SI PREPARA A SCHIACCIARE LE DIMOSTRAZIONI AD HONG KONG

 

 

Un altro giorno di proteste è avvenuto ad Hong Kong, e la pazienza di Pechino sta giungendo al limite. Gli scontri fra polizia e dimostranti pro democrazia sono diventati particolarmente duri, con lanci di molotov e lacrimogeni indiscriminati da parte della polizia, con scontri fisici anche molto forti.

Ecco alcuni estratti ottenuti tramite twitter:

In alcune zone la popolazione è scesa in appoggio ai manifestanti

 

Come i manifestanti rendono innocue le videocamere.

 

Qui vedete invece le dimensioni delle manifestazioni, quanto di HK sia stato bloccato

 

Il vero dramma è che il popolo di Hong Kong è solo, tremendamente, terribilmente solo. Se Taiwan. la “Provincia Ribelle”, è protetto dal mare e da strette relazioni, teoricamente ufficiose, con Giappone e Stati Uniti, oltre che da un esercito nazionale all’avanguardia, Hong Kong è protetta solo da una sorta di accordo bilaterale fra Regno Unito e Cina, stretto alla restituzione del terrorio, che ha garantito due sistemi economici e 50 anni di governo semi-democratico, ma nulla più. L’unica entità esterna che potrebbe reclamare direttamente sul piano diplomatico ed avrebbe qualche forma di legittimazione ad intervenire nel caso di violazione dei patti è Londra, ma questo è estremamente improbabile, al di là di proteste formali. Inoltre la Cina sta cancellando il confine, poco alla volta:

LA Cina non può permettere che il governo filocinese di Carrie Lam venga rovesciato o perfino contestato pubblicamente per un lungo periodo, va contro la propria natura di Paese da partito unico. Il rischio contagio, soprattutto in un momento in cui l’economia non è più quella di qualche anno fa, è troppo elevato per permettere che l’esperimento di una nazione – due sistemi continui. Per capirlo basta leggere i giornali cinesi in inglese, come il South China Morning Post, che mostrano la visione cinese di quanto sta accadendo, con vicini che chiedono l’aiuto della polizia perchè disturbati dalla rivoluzione, e sarà proprio la scusa di proteggere i cittadini ecomuni dai rivoltosi quella che autorizzerà l’intervento della Cina

Pochi giorni fa il governo cinese ha pubblicato questo video in cui la guarnigione dell’Esercito Popolare Cinese a Hong Kong si prepara a schiacciare eventuali rivolte, e vi assicuro che non è per nulla leggero.

Ci sono tanto di cecchini che starano a distanza sulle auto, e sistemi di ordine pubblico da far invidia a Macron a Parigi. Purtroppo il rischio è che tutto finisca proprio in questo modo.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi