attualita' posted by

Ungheria e Serbia: clamorose sconfitte per Bruxelles, che ovviamente non capirà

 

Le elezioni di ieri hanno segnato un uno-due alla politica di Bruxelles  che, in altri casi , sarebbe un know down politico. A Budapest non solo Viktor Orban vince, ma stravince, nonostante tutti i sondaggisti dicessero che sarebbe stata un’elezione combattuta. In questo modo si conferma un detto che in Italia dovremmo conoscere bene: i voti, non i sondaggi, eleggono i deputati. Comunque ecco i risultati quasi finali

Fidesz aumenta il proprio vantaggi nei voti sulla coalizione multicolore che comprendeva un po’ tutti, da Jobbik alla sinistra, nata solo per batterlo, e che invece viene battuta. Non solo: entra in parlamento, per la prima volta il partito Mi Hazánk, MH di destra radicale e che condivide le posizioni sul tema LGBTQ di Fidesz.

Ecco una proiezione del parlamento

 

Però questo non è abbastanza: in Serbia, paese candidato per l’accesso alla UE, il presidente Vucic, con posizioni filo russe, si avvia ad essere confermato alla guida del paese

Anche in questo caso la sinistra viene decisamente sconfitta, anche se i verdi compaiono per la prima volta nella vita politica serba. Tra l’altro Vucic e Orban condividono una “Relazione speciale”

Orban fu cacciato dal PPE e considerato a lungo un Paria politico. ora il suo popolo lo conferma alla guida del paese, il tutto nonostante, o forse per, le sue politiche contro l’indottrinamento LGBTQ e la sua posizione molto moderata nella crisi ucraina. In altri momenti altir politic a Bruxelles avrebbero compreso il segnale, ma quelli attuali Non capiscono , non vogliono capire, non capiranno. Continueranno per la propria strada incuranti dei voti e della democrazia. Nessuno toccherà le loro certezze fino a quando non saranno, fisicamente, cacciati dai loro posti di potere.

 

 

 

 

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal