attualita' posted by

UN NUOVO RINASCIMENTO CHE ELIMINI L’ABOMINIO PLURIDECENNALE NEOLIBERISTA. (di Marco Santero)

 

Quanto emerge da questo appello segna un punto fermo che scoperchia il vaso di Pandora in cui l’Economia predatoria neoliberista ha ridotto l’intero pianeta a un sistema di sfruttamento ormai palese.

La questione chiave è cosa fa e cosa farà la politica italiana, in particolare le due forze politiche che hanno formato questo nuovo Governo.

Già nel 2014 avevo spiegato (con l’aiuto di Economia Spiegata Facile, cittadini splendidi e capaci di produrre video e cartoni animati bellissimi), in modo semplice, la modifica teocratica della TRINITA’ economica (Stato, banche-finanza e cittadini-consumatori):

Il video è stato presentato e discusso anche presso la LONDON SCHOOL OF ECONOMICS , ST. CLEMENS BUILDING IL 22.11.2014

Sono passati 5 anni e le cose non fanno che peggiorare, ricreando il processo storico che nella prima metà del XX che produsse come “effetto collaterale” 2 guerre mondiali con devastazioni , un centinaio di milioni di morti (compresa l’epidemia di “spagnola” di cui è il centenario quest’anno e fu il frutto di masse malnutrite e devastate dalla guerra) e atrocità mai viste nella storia dell’umanità. Salvo nella Russia COMUNISTA di Stalin che, sempre nello stesso periodo, sterminò decine di milioni di propri concittadini per “creare un popolo nuovo”, vera ingegneria sociale e selezione umana come quando nell’inverno del il comunismo stalinista sterminò milioni di contadini ucraini che non volevano passare al collettivismo, sterminati lasciandoli morire di fame dopo avergli tolto tutto il cibo, quindi una fine terrificante (gente sotterrata ancora viva, cannibalismo, ecc.) ancor peggiore di quella riservata da Hitler a milioni di ebrei, milioni di zingari e altri, che venivano sterminati usando un gas “pietoso”, come venne definito lo ZYKLON B (https://it.wikipedia.org/wiki/Zyklon_B creato per ironia della storia da un ebreo come insetticida) dal mostro Adolf Eichmann, lo spietato pianificatore della Shoah!

dal video:

articolo su New York Times del 1924 in cui un certo Gobells (futuro ministro della propaganda specializzato in manipolazione delle masse tedesche) spiegava come nazismo e comunismo stalinista in realtà fossero molto simili, infatti è nato come nazionalSOCIALISTA, al punto che Hitler e Gobells copieranno spudoratamente perfino i manifesti propagandistici stalinisti.

Ma purtroppo nelle giornate della memoria va detto che anche nella memoria ci sono vittime di serie A e vittime di serie B dimenticate dalla storia. (oppure oscurate dai “compahttps://www.youtube.com/watch?v=UiL8Aq0P32Mgni” per evitare che si comprendessero proprio le similitudini fra nazismo e comunismo)

Tuttora quando si criticano le idee piddine, che di comunista non hanno più nulla (visto che è diventato la trivella del neoliberismo), spesso la reazione verbale è violentissima e traspare in modo plateale l’odio atavico verso chi la pensa diversamente e verso le masse che cercano solo di vivere dignitosamente e con spirito imprenditoriale SENZA ACCETTARE IDEOLOGIE E TEOLOGIE ASSOLUTE COME FU IL COMUNISMO

Una umile proposta:

La giornata della memoria, prendendo spunto dalla tragedia della Shoah potrebbe diventare la giornata della memoria per tutti i genocidi compiuti dalla barbarie umana creata da ideologie folli e inumane, come furono il nazismo, il comunismo e come lo è ora il neoliberismo selvaggio, perché non potrà che riprodurre le catastrofi del xx secoli se non sarà rapidamente superato (ma non vedete come la rabbia e la violenza stanno montando sempre più fra i popoli, le religioni e negli stessi stati europei)

La soluzione è stata già trovata dai costituenti (che avevano le “terga” fumanti dalla 2 guerra mondiale appena finita per l’Italia in modo devastante con un paese e una popolazione “violentata” in ogni modo possibile) E TRADOTTA NELLA COSTITUZIONE ITALIANA, dove c’è tutto quello che serve per un nuovo rinascimento italiano, basta applicarla invece di cercate di modificarla!

Applicandola in modo parziale dal 1950, in pochi decenni, l’Italia da 0 è diventata la 5 potenza mondiale e ha accumulato il più grande risparmio pro capite al mondo.

Italia libera, sana, equa, sostenibile e soprattutto sovrana.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi