attualita' posted by

UN ALTRO FILOLOGO ALL’ECONOMIA (di Marco Santero)

 

La nomina di Gualtieri a Ministro dell’Economia mi ha fatto ricordare che anche Ciampi, l’artefice con Prodi dell’Unione Monetaria, era un laureato in filologia antica.

Risulta ben chiaro, a chi ha un minimo di capacità di raziocinio, che persone che non hanno mai fatto un esame di Macroeconomia e neanche di Economia vengano scelte per gestire il destino economico e di vita di un intero popolo, perché “ dentro le istituzioni” potrai anche farti un’idea (in base a cosa ti viene fatto sapere da chi la vera conoscenza ce l’ha e ti da “magari” solo la parte che interessa a lui e ai suoi “mandanti”). Quindi in perfetta buona fede ti innamori di un sogno romantico e classicheggiante di un Europa Unita che stimola la tua mente formata in tal senso senza minimamente vedere i lati oscuri accuratamente nascosti da chi comanda davvero.

Quindi per il 4 Reich vanno benissimo le persone che non hanno basi economiche e in particolare Macroeconomiche, mentre uno dei più grandi esperti mondiali come Savona che con garbo cercava di vedere e soprattutto far vedere i lati oscuri di questi macchina infernale chiamata Euro e come sta devastando le classi medie e popolari europee ricreando gli stessi meccanismi diabolici che portarono a due guerre mondiali. Ebbene Savona no, perché vuole fare innanzi tutto gli interessi del suo paese.

Quindi è stato cassato dal vicerè europeo Mattarella.

Ricordo per l’ennesima volta la formula con cui il presidente del Consiglio e i ministri della repubblica giurano:

Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse ESCLUSIVO della nazione”

Anche il Presidente della Repubblica giura in modo simile:

giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la costituzione”

Questo porterebbe a pensare che negli ultimi decenni gli spergiuri siano stati la norma, ma riflettendo sulle basi formative con cui vengono scelti ministri, presidenti del consiglio e presidenti della repubblica, a mio parere, emerge una sconcertante realtà:

Salvo una ristretta cerchia di traditori a libro paga della finanza internazionale, la stragrande maggioranza non sono stati ( e sono tuttora) che utili incompetenti cui viene venduto con diabolica abilità un sogno astrattamente condivisibile (un Europa unita contro divisioni e conflitti del passato) che in realtà nasconde la psicotica sete di dominio tedesca, la boriosa e pietosa pseudo grandeur francese ( direi anche schifosa, perché basata, anche, sul dominio monetario coloniale di molti paesi dell’Africa tramite il Franco CFA) E DI INTERESSI DI BOTTEGA dei satelliti succubi di questo asse franco tedesco, come Olanda, Belgio, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Slovaccia, ecc.

Quindi la mia “ipotesi di lavoro” è che scegliendo incompetenti macroeconomici si riesca a trasformare persone anche oneste e idealiste in utili idioti macroeconomici che inconsapevolmente devastano i propri stessi paesi pensando che le cause della devastazione che provocano siano i difetti sociali e caratteriali delle popolazioni e quindi “dagli sotto” con il “luogocomunismo” creato da Bagnai nello splendido libro “il tramonto dell’Euro”:

tante piccole verità indiscutibili vengono diabolicamente incastrate per creare una gigantesca e fraudolenta bugia”

Noi italiani abbiamo una marea di difetti, ma prima dello SME e poi dell’Euro economicamente VOLAVANO e eravamo quasi la 4 potenza mondiale.

Poi ci hanno prima messo briglie e morso (SME) e poi definitivamente il giogo (euro).

Sono stati messi a governarci vicerè tedeschi, francesi e della finanza speculativa internazionale che ha iniziato a banchettare sui frutti decennali del lavoro e del risparmio degli ITALIANI!

E sono decenni che banchettano mentre noi come paese ci stiamo rinsecchendo come una prugna secca e come popolo ci stiamo estinguendo.

Fortunatamente una grossa parte degli ITALIANI ha capito tutto questo e più della metà degli italiani voterebbe domattina una maggioranza di centro destra Salvini – Meloni che ha le competenze e l’energia per far risorgere l’Italia come faro di civiltà, cultura e progresso che è stata per millenni.

L’Italia s’è destra e al Senato questo Governo vergognoso potrebbe avere delle brutte sorprese al momento della fiducia, perché ci sono decine senatori Pentastellati al Senato sono persone mature e con competenze e redditi propri che, a mio parere, non venderanno la propria dignità, il proprio paese e le terga di concittadini, parenti e amici.

Facciamo tutti insieme un pensiero positivo e persistente di rinascita e rinnovamento e per la fisica quantistica si realizzerà se non avremo dubbi, paure e incertezze.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi