attualita' posted by

Test alla cinese: il vaccino Sinopharm iniettato ad un milione di persone “in emergenza”

Un vaccino Covid-19 sperimentale sviluppato dalla società statale Sinopharm nell’ambito del programma governativo per l’uso di emergenza è stato inoculato già ad un milione di persone nella fase di “Test ed uso di emergenza”, secondo quanto a detto il presidente della società.

La Cina è uno dei due soli paesi, insieme alla Russia, noti per aver utilizzato i cosiddetti vaccini candidati – prodotti che sono ancora in fase di sperimentazione clinica per testarne l’efficacia e la sicurezza – per inoculare i suoi cittadini.

In termini di utilizzo di emergenza, i vaccini sono stati applicati a quasi un milione di persone e non si è verificato un solo caso di evento avverso grave. Le persone hanno avuto solo sintomi lievi “, ha detto Liu Jingzhen, presidente del China National Pharmaceutical Group (Sinopharm), in un’intervista con una società di media digitali con sede nel Sichuan che è stata pubblicata mercoledì.

Fino ad ora, tutti i nostri progressi, dalla ricerca alle sperimentazioni cliniche alla produzione e all’uso di emergenza, abbiamo guidato il mondo“, ha affermato.

Se SinoVac, l’altra produttrice cinese di vaccini, è una società privata, ed ha già venduto il suo vaccino  Dubai, invece Sinopharm è una società controllata dallo stato cinese. In questo caso il milione di utilizzatori “In Emergenza” è stato costituito da personale medico, e militare anche all’estero. Un milione di dosi in “Test ed utilizzo di emergenza” è una cifra veramente enorme ed al di fuori di quelli che sono i normali ambiti: già sembrava enorme ed eccessivamente accelerato il programma di Trump con 100 mila test, un milione è già una prima fase di cura.. Alla fine sarà questo il vaccino che si farà Crisanti.

Intanto anche Sinovac fa buoni affari con i  proprio vaccino, già in test a Dubai dall’estate. Ora è stato annunciato un contratto con la Turchia per milioni di dosi vendute. Mentre si tratta per vaccini, come il Pfizer, che dovrebbero viaggiare a – 80 gradi, i cinesi vendono i loro prodotti.

Il Big Pharma occidentale, troppo avido, rischia di perdere la sfida con la Cin.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito