attualita' posted by

TAYCAN E TESLA BRUCIANO. PERCHÉ, E QUANTO È PERICOLOSO?

Un paio di giorni fa una nuovissima Porsche Taycan elettrica ha fatto notizia in Florida per aver preso fuoco da sola mentre si trovava parcheggiata in un garage, distruggendosi completamente. Ecco un video che mostra la scena come si presentava dopo il rogo, che ha perfino danneggiato il garage.

Questo incidente segue numerosi incidenti simili accorsi alle Tesla, come quello che potete vedere qui di seguito

Perché le auto elettriche bruciano? Prima di tutto ricordiamo che le auto a motore a combustione bruciano pure loro, ed anche di più. Recentemente la Chevrolet in Brasile ha dovuto richiamare oltre 19mila auto perché, per un difetto della mappatura della centralina, prendevano fuoco da sole, perfino nel parcheggio della fabbrica. Però, data la presenza è combustibile infiammabile, ci si attende che un’auto a benzina o diesel possa prendere fuoco. Nelle auto elettriche non ci sono combustibili, allora perché possono accadere questi fenomeni?

Questo dipende da un fenomeno, che può accadere nelle batterie, chiamato “Thermal Runaway” , o “Fuga termica”. Praticamente si può innestare una reazione chimica che emette calore e, a sua volta, alimenta altre reazioni chimiche in un ciclo che, alla fine, viene produrre una quantità di calore tale da generare un incendio. Il fenomeno e piuttosto noto, per cui le auto degli ultimi anni sono dotate di sistemi per prevenire quest fenomeni. Purtroppo ogni apparato o sistema è soggetto a guasti o a difetti di costruzione per cui questi sistemi non sono grado di impedire il sorgere di questi cicli viziosi. Inoltre incidenti  o altri eventi traumatici possono danneggiare questi sistemi di sicurezza rendendoli inutili. Comunque le auto elettriche bruciano meno di quelle a benzina Ed inoltre, normalmente, richiedono dei tempi piuttosto lunghi per incendiarsi. Certo chi ha speso €100000 per una Tesla non è contento di vederla andare a fuoco.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito