Uncategorized posted by

Sorpresa: l’Italia ha eccezionali riserve d’oro.

Una notizia che raramente trapela sui media è l’entità delle riserve aurifere della Banca d’Italia. Quando Tsipras dovette rispondere alla domanda del perchè non avesse neppure tentato l’utilizzo di una moneta complementare, la sua risposta è che non avrebbe avuto riserve in valuta sufficienti.

L’Italia ha le terze riserve mondiali d’oro, escluso il FMI e dopo Usa e Germania.

oro mondiale

L’Italia ha oltre 2400 tonnellate d’oro. Queste sono custodite per il 50% nella cosiddetta “Sacrestia dell’oro” presso la sede della BI a Roma, e per il restante 50% divise fra banche svizzere, francesi, inglesi ed a New York City, presso la sede della Federal Reserve.

sacrestia1

questa è un’immagine della Sacrestia dell’oro, che qualche anno fa è stata oggetto di un interessantissimo documentario di Alberto Angela.

sacrestia 2

Alcuni lingotti riportavano ancora gli adesivi della Bundesbank, che lo aveva voluto in pegno negli anni ’70 per un prestito d’emergenza. Grazie fratelli europei.

La grossa parte del restante è presso la sede della Federal Reserve  a New York. questo perchè, sino agli anni ’70 ed alla fine degli accordi di Bretton Woods, con la convertibilità del dollaro il nostro avanzo commerciale verso gli USA generava oro che veniva depositato in quella sede. Il fatto di essere conservati nello stesso luogo con l’oro di altri paesi permetteva degli scambi semplici e diretti. Praticamente fungeva come forma di pagamento, quasi fosse un deposito bancario.

FED3

FED5

Al contrario della Sacrestia a Roma, il deposito della FED a New York è visitabile come turisti…. se volete passare un’ora “Dorata” nella Grande Mela.

Ricordate il terzo film di Die Hard , con Bruce Willis ? I cattivi rapinavano proprio questo oro …

die hard 3

Il cattivo Jeremy Irons si porta via il nostro oro !

Ricordiamo che l’Italia è tutt’altro che povera di oro. Le miniere  della Guia , in Piemonte, sono stati definiti a livello di ricchezza di quelli sudafricani, ed alla base del Monte Rosa è stato individuato un giacimento delle dimensioni di 20 chilometri quadrati. In Sardegna ci sono diversi ricchi giacimenti sfruttati, fra i quali quello dei Furtei, il “Klondike Italiano”. Il problema è che l’alta intensità abitativa, le normative ed il costo del lavoro rendono difficile lo sfruttamento di questi depositi. Comunque l’Italia ha prodotto 450 kg d’oro nel 2009….

 POST SCRIPTUM: I dati relativi alla proprietà dell’oro sono ufficiali, da documenti ufficiali. L’oro presso la FED è della BI, come da documenti ufficiali BI.

Per i pignoli ecco un estratto da un documento ufficiale BI “Le riserve auree della Danca d’Italia”, dove tra l’altro si narra la storia della creazione delle riserve stesse…

“Dove sono collocate le riserve auree della Banca d’Italia? Sono custodite per circa la metà della loro consistenza presso le “sacristie” della Banca d’Italia in Roma. Il resto delle riserve è depositato all’estero: la parte più consistente è custodita a New York presso la Federal Reserve. Altri contingenti di dimensioni più contenute si trovano a Berna, presso la Banca Nazionale Svizzera, e a Londra presso la Banca d’Inghilterra. La scelta della dislocazione presso diverse banche centrali deriva, oltre che da ragioni storiche, anche da una strategia di diversificazione, comune a quasi tutte le grandi istituzioni detentrici di riserve auree. Come riferito sul sito ufficiale della Deutsche Bundesbank (comunicazioni datate gennaio 2013), la Banca Centrale Tedesca ad esempio, detiene a Francoforte il 31 percento del proprio oro; si prefigge di reimportare con gradualità quantitativi tali da arrivare nel 2020 a detenere in Germania la metà della riserva aurea, lasciando all’estero la metà rimanente.”

Per i malfidati possono inviare il documento completo. Inoltre non è mia abitudine scrivere senza avere documenti o dati ufficiali alle spalle. Grazie.

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog