attualita' posted by

Russia: timore di “Terza ondata” a Mosca, mini-lockdown

Il sindaco di Mosca ha lanciato l’allarme per un picco di casi di COVID-19 poiché sia la capitale russa che il resto del paese hanno riportato il numero più alto di nuovi contagi da coronavirus dall’inverno. Una specie di terza ondata, per ora mini, ma comunque possibile

A livello nazionale, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12.505 nuovi casi, il numero più alto dalla fine di febbraio, portando il conteggio nazionale a 5.180.454 dall’inizio della pandemia.

Di quel totale, a Mosca sono stati segnalati 5.853 nuovi casi, un record per la capitale da metà gennaio, spingendo il sindaco Sergei Sobyanin a dire che il COVID-19 stava diventando più difficile da trattare. Quindi si è deciso di entrare direttamente all’azione.

Il sindaco di Mosca Sergey Sobyanin ha annunciato una serie di nuove misure volte a contrastare la situazione del coronavirus “in forte deterioramento” nella capitale russa. Le misure solo le seguenti:

  • una settimana di ferie retribuite per i lavoratori;
  •  un coprifuoco per la vita notturna.

 

La Russia ha segnalato 13.510 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, la maggior parte dei quali si è verificata a Mosca, hanno detto sabato le autorità mediche. Un totale di 6.701 test positivi sono stati registrati nella città più grande d’Europa, che è il numero giornaliero più alto da gennaio.

Diverse ore dopo che queste cifre sono state rese pubbliche, Sobyanin ha affermato che i lavoratori di Mosca riceveranno una settimana di ferie retribuite per interrompere la tendenza allarmante. Ciò significa che il cosiddetto “weekend lungo” durerà dal 12 al 20 giugno nella capitale. Un prolugamento di un periodo comunque festivo già previsto.

I giorni di ferie in più “ci permetteranno di far fronte all’aumento dei contagi solo se ognuno di noi adotterà la massima cautela. E, naturalmente, dobbiamo vaccinare più attivamente per proteggere i nostri cari e noi stessi”, ha sottolineato Sobyanin, aggiungendo che tutti i centri di vaccinazione rimarranno operativi in ​​città.

Mosca aprirà una capacità ospedaliera extra e intensificherà le misure per controllare il Covid-19 mentre i casi aumentano nella più grande città d’Europa
Ha anche raccomandato ai datori di lavoro di inviare il 30% del proprio personale a lavorare da casa, compresi tutti coloro che hanno più di 65 anni e chiunque soffra di una malattia cronica.

Per tutta la prossima settimana, a ristoranti, bar e discoteche sarà vietato accettare ospiti tra le 23:00 e le 6:00, mentre in tali orari sarà consentito solo l’asporto e le consegne di cibo, secondo l’ordinanza del sindaco.

Anche i parchi più grandi di Mosca disattiveranno le loro giostre e chiuderanno i parchi giochi per bambini e altri luoghi di intrattenimento come parte delle restrizioni.

La diminuzione della situazione epidemiologica sta costringendo la capitale a riutilizzare ancora una volta migliaia di posti letto ospedalieri per i pazienti Covid-19. I medici mettono in guardia su un gran numero di casi gravi, molti dei quali tra persone di mezza età o addirittura giovani, ha detto Sobyanin. “Non possiamo lasciare una situazione del genere senza una risposta”, ha aggiunto, spiegando la necessità delle misure.

la Russia ha ben tre vaccini approvati, lo Sputnik non è da solo, ma è stato il primo e quello più testato. In Russia non c’è un problema di disponibilità di vaccini, anzi, sono abbondanti. Il problema, se mai, è che i russi non hanno tanta voglia di vaccinarsi.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal